F1 2017 GP Russia Libere: Mercedes preoccupata dalla finestra di utilizzo degli pneumatici

Contrariamente alle attese, il venerdì di Sochi ha riservato alla Mercedes molte più ombre che luci. Valtteri Bottas e Lewis Hamilton si sono piazzati alle spalle delle due Ferrari, con un gap consistente, rispettivamente di +0.670 e +0.709. Una situazione inusuale, solo mitigata sul passo dalla buona simulazione di Bottas con le Ultrasoft. Mentre Toto Wolff sottolinea la difficoltà della W08 Hybrid nell’utilizzare correttamente gli pneumatici più morbidi, i piloti invece affermano di temere molto la competitività della Ferrari.

Lewis Hamilton, durante le libere di oggi a Sochi (foto da: f1fanatic.co.uk 7 Charniaux / XPB Images)

LEWIS HAMILTON –Un venerdì difficile per noi. Abbiamo completato il lavoro previsto, ma come bilanciamento dobbiamo ammettere che le Ferrari sono sembrate molto più veloci di noi, anche sul long run” – sottolinea l’inglese – “Dobbiamo modificare qualcosa nell’assetto per migliorare. Abbiamo ancora del margine, soprattutto per quel che riguarda l’utilizzo delle gomme. Sembrano molto sensibili qui a Sochi, visto quanto è facile uscire dalla finestra ideale di utilizzo. Quando ci sei dentro, però, lavorano molto bene“. 

VALTTERI BOTTAS –Dai nostri run siamo riusciti a capire molte cose riguardo al comportamento degli pneumatici. Sul giro singolo, invece, dobbiamo ancora fare molto per far funzionare al meglio le Ultrasoft” – spiega l’ex pilota della Williams – “Ma è altrettanto importante concentrarci al meglio sulla gara di domenica. Il fine settimana è iniziato bene, con una vettura ben bilanciata. Un buon inizio, ma dobbiamo migliorare in ottica qualifica“.

TOTO WOLFF –È stata una giornata difficile, con molto da analizzare e molto da imparare. Si tratta solo di guardare tutti i dati e di mettere la macchina nella condizione di funzionare nella giusta finestra” – ha spiegato il boss della Mercedes – “Più è larga la finestra di utilizzo e più è facile far funzionare le gomme, più è stretta la finestra e più difficile diventa centrare l’obiettivo. Ed è proprio quello che stiamo vedendo al momento. La Ferrari sembra essere una monoposto che lavora ad una temperatura maggiore rispetto alla nostra finestra. E questo accade sia in Bahrain dove c’era caldo che a Sochi dove fa fresco. Posso solo dire che è un’ottima macchina“.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo