F1 2016, Horner: “Lewis non è stato scorretto. La Mercedes, invece, è stata ingenua”

L’atteggiamento di Hamilton nel Gran Premio di Abu Dhabi, teso a rallentare Rosberg in modo da fargli subire eventuali attacchi da parte di Vettel e delle due Red Bull ha spaccato in due il paddock, dividendo appassionati ed addetti ai lavori. Anche il comportamento della Mercedes ha provocato parecchie discussioni. Su questi argomenti è intervenuto il team principale della scuderia anglo-austriaca, Chris Horner.

Chris Horner, team principal Red Bull, ha giustificato la strategia di Hamilton ad Abu Dhabi (foto da: news.superscommesse.it)
Chris Horner, team principal Red Bull, ha giustificato la strategia di Hamilton ad Abu Dhabi (foto da: news.superscommesse.it)

Credo che Lewis abbia cercato di farci avvicinare e, probabilmente, al suo posto avrei fatto lo stesso” – dice Horner – “Quando devi vincere un campionato, devi fare certe cose. Dal suo punto di vista, vincere il gp non avrebbe fatto nessuna differenza, visto che aveva bisogno che altre vetture si frapponessero tra lui e Nico. Se fosse semplicemente scappato via, non avrebbe risolto nulla. io non ci ho visto nulla di sbagliato, anche perchè erano solo loro due a giocarsi il titolo“.

Non è che ci si potesse aspettare chissà che di diverso” – prosegue il manager inglese – “Lewis ha impostato una gara tattica, senza giocare sporco o andando contro le regole. Non sarebbe giusto criticarlo per come ha guidato, anche perchè era chiaro che quello era l’unico modo per poter provare a cambiare l’esito finale del campionato. A Nico faccio le mie più sincere congratulazioni, perchè è un degno Campione del Mondo. E’ stato ingenuo comunque, da parte della Mercedes, pensare ad un approccio diverso ad un gran premio con una tale posta in palio“.

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo