F1 2016 GP Abu Dhabi, Horner: “Immaginavamo che Lewis avrebbe attuato quella tattica”

Le Red Bull concludono il campionato fuori dalla zona podio, con Verstappen e Ricciardo rispettivamente 4° e 5° sotto la bandiera scacchi del gp di Yas Marina. Un risultato poco soddisfacente, ma che comunque non muta la sostanza della classifica del team di Milton Keynes, che chiude abbondantemente al 2° posto nei Costruttori.

Foto di gruppo per Ricciardo e i suoi meccanici ad Abu Dhabi (foto da: speed-magazine.de)
Foto di gruppo per Ricciardo e i suoi meccanici ad Abu Dhabi (foto da: speed-magazine.de)

Congratulazioni a Nico, che ha vinto il titolo al termine di una gara emozionante e si è rivelato un degno Campione del Mondo” – ha affermato Chris Horner – “Ci aspettavamo che Lewis potesse rallentare l’andatura se si fosse trovato al comando, ed è quello che è successo. Noi, purtroppo, abbiamo avuto una gara condizionata sin dall’avvio, con Max giratosi in curva 1 e finito in fondo. Poi è stato bravissimo a recuperare e a sfruttare al meglio le Supersoft, rendendo possibile la strategia ad una sola sosta. Ha combattuto fino alla fine, ma non aveva il passo per resistere a Vettel. Nonostante ciò, il suo 4° posto è un gran bel risultato“.

Daniel, invece, ha dovuto fare i conti con un bloccaggio in curva 1, che ha provocato uno spiattellamento” – continua Horner, spostando l’obiettivo su Ricciardo – “Anche se ha passato Raikkonen, ha avuto a che fare con il traffico per tutta la gara e ciò ha influenzato negativamente il rendimento delle sue gomme. Probabilmente, non poteva andare oltre il 5° posto“.

Horner, in conclusione, analizza l’annata della Red Bull: “E’ stata una grande stagione per il team. Abbiamo lavorato duramente e siamo riusciti ad ottenere il 2° posto nei Costruttori, con anche due vittorie. Un risultato incredibile. Ringrazio la squadra per l’impegno profuso, la Red Bull e i nostri partner che ci sostengono alla grande, e anche il nostro fornitore di propulsori, che ha svolto un ottimo lavoro“.

Gianluca Zippo

Informazioni sull'autore
Laureato in Giurisprudenza alla Federico II di Napoli. Malato di Formula 1 e calcio, seguo anche la MotoGP e la NBA.
Tutti i post di Gianluca Zippo