Nizza-Lazio 1-3, i biancocelesti non si fermano più

Una Lazio tutta cuore e orgoglio. Come a Torino. I biancocelesti, sotto di un gol in avvio di partita contro il Nizza per la rete siglata da Balotelli, pareggiano subito i conti con Caicedo e ribaltano il risultato nel secondo tempo con un ispiratissimo Milinkovic-Savic, alla sua prima doppietta europea con la maglia della Lazio.C’è tanto da imparare da questa Lazio, che butta sempre il cuore oltre l’ostacolo e non si arrende mai. A punteggio pieno dopo 3 giornate, i biancocelesti possono guardare con serenità la classifica del Gruppo K e concentrarsi sul campionato.

Il dato che deve far riflettere è che Inzaghi è ricorso a un abbondante turnover (De Vrij, Lucas Leiva, Parolo, Luis Alberto e Immobile) e la squadra che è scesa in campo aveva comunque la stessa grinta e la stessa mentalità. Al 4′ minuto, su cross di Sneijder, Balotelli sovrasta Patric e mette in rete il vantaggio del Nizza. Una squadra “normale” piena di seconde linee si sarebbe sciolta come neve al sole, ma non questa Lazio. Milinkovic serve subito Caicedo, che infila il portiere del Nizza approfittando dell’incertezza di Dante e Cardinale. Gara rimessa in carreggiata in meno di un minuto.

Fonte immagine: Eurosport.com

La Lazio prende il pallino del gioco e sfiora il raddoppio con Radu, che scheggia la traversa al minuto 36. Il secondo tempo è scuola calcio biancoceleste: entrano Luis Alberto e Immobile, Caicedo confeziona un assist al bacio per Milinkovic che il serbo può solo trasformare in gol. Il Nizza non sa reagire se non con tiri improbabili dalla distanza e viene punito ancora da Milinkovic, abile a insaccare di testa su corner di Luis Alberto. Fine dei giochi, Lazio incontenibile. Il Cagliari è avvisato.