Europa League, Braga-Roma 0-2, i voti e le pagelle: I numeri 9 fanno volare la Roma, Spinazzola insostituibile.

Fonseca e i suoi ragazzi sbancano lo Stadio Comunale di Braga e mettono delle solide basi per la qualificazione al prossimo turno. Dzeko-Mayoral: il dualismo fa bene.

Braga-Roma 0-2 (Dzeko, Borja Mayoral)

Vittoria importantissima dei giallorossi in terra portoghese contro il Braga.

Fonseca (7) prepara la partita al meglio e i suoi non deludono, anche a causa della pochezza degli avversari. Il dato più importante arriva dall’attacco dove Edin Dzeko (7) torna al gol e torna ad essere decisivo in campo Europeo grazie ad una volee vincente su assist di Spinazzola.

Proprio l’esterno ex Juventus (voto 7) si riconferma come uno dei tasselli più importanti dello scacchiere giallorosso. Imprendibile palla al piede e delizioso a donare superiorità ai suoi: Spinazzola è, attualmente, il vero insostituibile di questa squadra.

Il Braga è disastroso davanti e si ritrova anche in 10 a causa di una follia di Esgaio (4) e la Roma ringazia timbrando per la seconda volta il cartellino con Borja Mayoral (7), entrato al posto di Dzeko.

Il dualismo tra bosniaco e spagnolo sta servendo ad entrambi e Fonseca si gode una vittoria importantissima

Le pagelle della Roma

Pau Lopez 6: Nel primo tempo ci sono leggeri brividi per la sua porta, ma nulla di eclatante. Non viene impensierito più di tanto.

Mancini 6,5: Si ritrova, causa infortunio di Cristante, capitano dopo 8 minuti e si dimostra un vero leader. Personalità da vendere e ripiegamenti difensivi senza alcuna sbavatura. In crescendo.

Cristante SV: Dura pochissimo la partita dal capitano azzurro che ha la sfortuna di dover abbandonare il campo dopo 7 minuti per un problema fisico. (Dal 8’ Bruno Peres 6: Si limita a dare ordine alla manovra. Non sbaglia e non sfigura nell’economia della partita)

Ibanez 6: Partita ordinata del difensore di Fonseca che chiude al meglio le sortite offensive di Galeno e Gaitan disinnescandoli. La sua partita dura meno di un’ora a causa di un infortunio muscolare, il secondo della partita. (Dal 55’ Villar 6: Entra con il piglio giusto e dimostra di poter giocare anche in posizione molto bassa)

Karsdorp 6: Intelligente e duttile questa sera. Da destra la Roma crea meno, ma difende con maggior convinzione anche perché la partita dell’Olandese è “influenzata” dagli infortuni dei due centrali che lo costringono ad arretrare e, spesso, accentrarsi.

Veretout 6,5: Al Musrati? Fransergio? Horta? Nessun problema, qualsiasi sia l’avversario da affrontare Jordan Veretout ne uscirà sempre vincente. Non sbaglia nulla e trova una buona impresa con Diawara

Diawara 6,5: Non facile partire titolare dopo tante partite guardate dalla panchina, eppure l’ex Napoli si dimostra utile alla causa. Ottima diga in mezzo al campo e grande recupera palloni. Ha i mezzi per far ricredere la società sul suo utilizzo.

Spinazzola 7: Solita partita di qualità e di grande velocità per il ragazzo italiano. Incredibile la facilità con la quale arrivino le azioni da sinistra, la sua zona e il gol di Dzeko porta anche la sua firma. Inserimenti, sovrapposizioni e superiorità numerica: Spinazzola è il vero jolly della Roma.

Mkhitaryan 6,5: Funambolico e geniale nell’ispirare tutte le sortite giallorosse. L’Europa League è una competizione che lui ha già vinto e che conosce bene e questa partita attesta l’importanza di avere un giocatore così in campo. Solo il VAR lo ferma, durante il possibile 0-2 avvenuto grazie ad un ennesimo inserimento.

Pedro 6,5: Lui e Mkhitaryan sanno come affrontare le notti europee e pure lo spagnolo, che in campionato sta faticando, ritrova lucidità e smalto nella notte europea. Anche per lui, la gioia del gol è strozzata dalla chiamata del VAR per fuorigioco. (Dal 72’ El Shaarawy SV)

Dzeko 7: La decide lui, dopo solo 5 minuti. Il figliol prodigo di Roma, torna titolare e si presenta freddissimo e preciso all’appuntamento con il gol. Il padrone dell’area di rigore è tornato con una volee “alla Dzeko”. (Dal 71’ Borja Mayoral 7: Sostituisce Dzeko e trova il grande guizzo per chiudere definitivamente la partita. Entra con il piglio giusto e si riconferma spietato davanti alla porta. Il dualismo, forse, può far bene a entrambi)

Fonseca 7: Roma ordinata e mortifera. Senza strafare la squadra conquista un risultato dall’enorme valore per la gara di ritorno. Diawara si sente nuovamente valorizzato, Dzeko è tornato al gol e il dualismo con Borja Mayoral può far bene ad entrambi. Soprattutto se alla fine segnano tutti e due.

Le pagelle del Braga

Matheus 6: Incolpevole suo gol subiti. Dzeko e Mayoral lo freddano, ma non vengono marcati a dovere.

Esgaio 4: Folle il placcaggio su Villar che lo condanna al cartellino rosso. Ammonito, in precedenza, per gioco scorretto, si “permette” di rovinare una partita già complicata per i suoi, con un intervento ammissibile solo in altri tipi di sport.

Tormena 5: Si fa sovrastare da Dzeko e Mkhitaryan, ha la possibilità di farsi perdonare tenendo a bada Borja Mayoral, ma il risultato è analogo.

Raul Silva 5: Si capisce che è in campo quando viene ammonito. Rischia più volte la seconda ammonizione, ma sulle marcature è disastroso.

Sequeira 5,5: Capisce abbastanza presto che non sarà la partita adatta per attaccare e ciò lo porta a rimanere in difesa in maniera abbastanza timida. Senza incidere neanche sulle marcature.

Al Musrati 5,5: Contro Veretout non c’è storia. Mai intraprendente e mai risolutivo nella manovra offensiva.

Fransergio 6: Il migliore dei suoi. Nel primo tempo si rende pericoloso più di una volta, specie negli sviluppi di un corner. Dona ai suoi grande equilibrio sia in fase di impostazione che difensiva, in una partita dai ritmi, comunque, bassi. (Dal 72’ A.Horta SV)

Gaitan 5: Doveva (e poteva) fare meglio. La partita di stasera è simile alla sua carriera: il talento c’è, i compagni si aspettano la giocata illuminante, ma l’argentino disattende le aspettative. (Dal 58’ Ze Carlos 5,5: Meglio di Gaitan come inserimenti e voglia. Niente di che nel complesso)

Horta 4,5: Disastroso! In attacco sbaglia di tutto, non riuscendo mai ad aiutare la squadra in fase di possesso. La qualità che di solito ha per cambiare le partite, oggi è rimasta fuori dallo stadio. (Dal 72′ Lucas Piazon 5,5: Con lui il Braga trova l’ispirazione per poter sfondare l’area giallorossa, ma non riesce a cambiare il volto della partita)

Sporar 5: Mancini e Ibanez sono un costante incubo per il ragazzo che non si fa mai trovare pronto.

Galeno 4,5: Spettatore non pagante. Non tira, non aiuta la squadra… invisibile.

Carvalhal 5: La Roma è qualitativamente più forte ma l’approccio è totalmente sbagliato. La partita viaggia su ritmi tranquilli proprio perché i giallorossi sanno che gli avversari non impensieriranno più di tanto la manovra. Davanti nulla cosmico, dietro troppi errori.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus