Euro 2020: risultati, classifiche e marcatori della 2° giornata

Si è conclusa la 2° giornata della fase a gironi di EURO 2020. Qualificate agli ottavi di Finale l’Italia, il Belgio e l’Olanda. Inghilterra, Francia e Spagna frenate sul pari da Scozia, Ungheria e Polonia. La Germania batte 4-2 il Portogallo e torna in corsa per la qualificazione.

2° giornata – fase a gironi – Gruppo A

TURCHIA – GALLES: 0-2

(42′ Ramsey, 95′ Roberts)

Seconda giornata nel Gruppo A, quello degli Azzurri. Colpo del Galles a Baku, che vincono 2-0 contro la Turchia e vedono un incredibile qualificazione, percorso quasi ormai compromesso per i turchi, alla seconda sconfitta in due partite. Il Galles parte bene e soprattutto sull’asse Bale – Ramsey fa male. In una prima chance, lo juventino spreca un assist del compagno calciando altro col destro davanti alla porta. Schema che porta al vantaggio al 42°. Altro assist perfetto di Bale, inserimento dalla sinistra di Ramsey che alla seconda occasione non sbaglia e batte Cakir per l’1-0. La Turchia fa pochissimo e il Galles va vicino al raddoppio ancora con Ramsey e sbagliando un rigore con Bale. Assedio finale della Turchia inutile, su corner a favore azione personale di Bale che fugge sulla destra, mette in mezzo per Connor Roberts che non può sbagliare da pochi passi. Secondo assist per Bale che trascina il Galles a un’importante vittoria.

ITALIA – SVIZZERA: 3-0

(26, 52′ Locatelli, 89′ Immobile)

Altra vittoria netta degli Azzurri che si qualificano matematicamente agli ottavi di finale. All’Olimpico di Roma è 3-0 contro una Svizzera modesta. Gara dominata dalla Nazionale di Mancini che gioca discretamente bene e accelera nella metà del primo tempo, trovando buon gioco soprattutto sulle fasce. A sinistra con Spinazzola, a destra con Berardi. E proprio a destra con l’ala del Sassuolo che nasce il vantaggio azzurro con una progressione di Berardi chiusa da un inserimento centrale e vincente di Locatelli. Nella ripresa Italia che abbassa il ritmo ma ampia il punteggio. Minuto 52 con un mancino da fuori area ancora di Locatelli. Immobile spreca molto, ma all’89° trova il tris con un destro potente che batte Sommer.

2° giornata – fase a gironi – Gruppo B

FINLANDIA – RUSSIA: 0-1

(45′ Miranchuk)

Seconda giornata di EURO 2020 iniziata con il Gruppo B, con la sfida tra Finlandia vittoriosa all’esordio contro la Danimarca e la Russia, sconfitta dal Belgio. A San Pietroburgo, i russi ottengono 3 punti fondamentali e possono ancora sperare nella qualificazione agli ottavi. Gara equilibrata nel primo tempo, sbloccata solo a fine frazione. Ottima triangolazione stretta al limite dell’area tra Dzyuba e Miranchuk, l’attaccante dell’Atalanta dribbla in area e con un sinistro preciso trova il vantaggio. Nella ripresa i russi legittimano la superiorità tecnica, collezionando occasioni con Golovin, Zhemaletdinov che sfiorano il gol, e Kuzyaev su cui è bravo a opporsi il portiere finlandese Hradecky.

DANIMARCA – BELGIO: 1-2

(2′ Poulsen, 54′ Hazard, 70 De Bruyne)

Il Belgio è la seconda squadra qualificata agli ottavi di finale dell’Europeo. Al Parken di Copenaghen, i Diavoli Rossi vanno incredibilmente sotto contro i padroni di casa, che passano in vantaggio dopo due minuti di gioco. Errore difensivo di Deanyer, che regala palla a Hojberg, che scarica subito verso Poulsen che con un destro preciso batte Courtois. I danesi sfiorano il raddoppio nel primo tempo con Damsgaard, che col mancino sfiora il palo. Nella ripresa l’ingresso di De Bruyne tra le fila belga cambia la partita. Minuto 54, strappo di Lukaku che parte in velocità, tocco per De Bruyne in area che con un assist preciso serve Hazard che da pochi passi batte Schmeichel. Al 70° rimonta Belgio. Altro lavoro di Lukaku che attira la difesa danese, scarico su Eden Hazard che serve l’accorrente De Bruyne che con un sinistro violento dal limite firma il gol vittoria. Danimarca che sfiora il pari con una traversa colpita da Braithwhaite nei minuti finali.

2° giornata – fase a gironi – Gruppo C

UCRAINA – MACEDONIA DEL NORD: 2-1

(29′ Yarmolenko, 34′ Yaremchuk, 57′ Alioski)

Vittoria fondamentale dell’Ucraina per 2-1 contro la Macedonia del Nord. La nazionale di Shevshenko torna in corsa per la qualificazione agli ottavi di finale. Ucraini che chiudono la prima frazione in doppio vantaggio. Primo gol alla mezzora con Yarmolenko abile a ribattere un tap-in dopo una sponda in area di Karavayev. Cinque minuti dopo il raddoppio. Bella azione costruita sulla destra, filtrante di Yarmolenko a servire il solissimo Yaremchuk che davanti al portiere non sbaglia. Nella ripresa la Macedonia del Nord riapre il match al 57°. Penalty per Pandev e compagni, dagli 11 metri Alioski sbaglia ma è bravo a ribattere al proprio errore e dimezzare lo svantaggio. Al minuto 78 calcio di rigore per l’Ucraina per un fallo di mano. Malinovskyi spreca però l’occasione. L’Ucraina tiene comunque il vantaggio e guadagna la vittoria. Eliminazione quasi certa per i macedoni.

OLANDA – AUSTRIA: 2-0

(11′ Depay, 67′ Dumfries)

L’Olanda è la terza qualificata agli ottavi di finale. Alla Johann Cruijff Arena di Amsterdam, gli Oranje vincono con relativa facilità contro l’Austria, blindando anche il primo posto nel girone. Vantaggio che arriva all’11° su rigore, propiziato da un fallo su Dumfries di Alaba. Dagli 11 metri Depay non sbaglia. Il 10 olandese spreca il raddoppio nel primo tempo. Nella ripresa l’Austria fa troppo poco e l’Olanda chiude a metà seconda frazione. Ripartenza veloce condotta da Malen rimorchio facile per Dumfries che da pochi passi sigla il 2-0 finale. Olanda qualificata, austriaci che si giocheranno il tutto per tutto contro l’Ucraina nell’ultimo turno.

2° giornata – fase a gironi – Gruppo D

CROAZIA – REP.CECA: 1-1

(37′ Schick, 47′ Perisic)

A Glasgow finisce 1-1 tra Repubblica Ceca e Croazia. Cechi che salgono a quota 4 punti e che affronteranno l’Inghilterra all’ultimo turno, croati a 1 punto nel girone e che proveranno a guadagnarsi gli ottavi nella decisiva sfida contro la Scozia. Il primo tempo è equilibrato e senza pathos, l’episodio che rompe lo stallo del match arriva al 37°. Gomitata di Lovren in pieno volto a Schick in area e calcio di rigore. Dagli 11 metri va lo stesso Schick che realizza il suo terzo gol ad Euro 2020. Croazia che spreca la chance del pari con Rebic, impreciso sotto porta. A inizio ripresa la Croazia pareggia subito i conti. Battuta a sorpresa di un calcio di punizione che coglie impreparata la difesa ceca, Perisic parte sulla sinistra e punta l’area, destro a giro e 1-1. Il match è a buon ritmo, ma non succede più nulla di rilevante, le due squadre si dividono la posta in palio.

INGHILTERRA – SCOZIA: 0-0

Delude l’Inghilterra che a Wembley nel derby britannico contro la Scozia, non va oltre lo 0-0. Partita anonima da parte della nazionale dei Tre Leoni, che a parte un palo colpito di testa da Stones nel primo tempo, faticano a costruire gioco offensivo. Manovra lenta e senza idee quella inglese mai davvero pericolosa. Scozzesi che guadagnano il primo punto del loro girone grazie a una partita accorta in fase difensiva e che ancora possono sperare nella qualificazione.

2° giornata – fase a gironi – Gruppo E

SVEZIA – SLOVACCHIA: 1-0

(77′ Forsberg)

A San Pietroburgo, la Svezia vince 1-0 contro la Slovacchia e si rilancia con forza per la qualificazione agli ottavi, dopo il pari all’esordio contro la Spagna. Brutto stop per la nazionale di Hamsik, vittoriosa nel primo match contro la Polonia. Il primo tempo non regala nulla, le due squadre in campo sono equilibrate nei valori. Nella ripresa sono gli scandinavi ad essere più incisivi e che sfiorano il gol con Augstinsson di testa, neutralizzato da Dubravka. Si accende poi il talento di Isak, migliore in campo che prima con una progressione in dribbling e con un destro violento spaventa la difesa slovacca, poi propizia con un tocco di prima il rigore svedese: palla per Quaison che Dubravka è costretto a stendere in area. Dagli 11 metri Forsberg non sbaglia. Inutile il forcing finale della Slovacchia, che si giocherà il passaggio all’ultima con la Spagna, Svezia che affronterà la Polonia.

SPAGNA – POLONIA: 1-1

(25′ Morata, 54′ Lewandowski)

Termina in parità l’ultima sfida della 2° giornata di Euro 2020, valida per il gruppo E. Delude ancora la Spagna, che a Siviglia non va oltre l’1-1 contro la Polonia, conquistando il secondo pari in questo europeo. Spagna che tiene il gioco, ma la nazionale di Luis Enrique fatica a rendersi pericolosa e le idee latitano. La Roja sblocca però il risultato al minuto 25. Azione di Gerard Moreno che rientra sul sinistro, il tiro diventa un assist per Morata che da pochi passi segna l’1-0. Polonia poco presente, ma mette paura alla Spagna con un palo colpito da Swiderski e Lewandowski che non riesce a superare Unai Simon a botta sicura. Ripresa d’orgoglio per la Polonia che trova il pari con Lewandowski, abile ad impattare di testa in area su un cross invitante da destra. Spagnoli che sprecano un rigore con Gerard Moreno, e Morata che si divora almeno due palle gol. Altra prestazione deludente da parte degli spagnoli, dopo il pari con la Svezia.

2° giornata – fase a gironi – Gruppo F

UNGHERIA – FRANCIA : 1-1

(45′ Fiola, 66′ Griezmann)

Nella seconda giornata del Gruppo F si affrontano a Budapest l’Ungheria (sconfitta dal Portogallo all’esordio) e la Francia che ha battuto la Germania. La prima frazione di gioco è come lecito di totale marca transalpina, con i padroni di casa che pensano solo a contenere e a difendersi dal grande talento dei campioni del mondo. Les Blues sfiorano il gol in più occasioni con Benzema due volte (un tiro parato e una chance davanti alla porta sprecata) e con Mbappé (colpo di testa fuori di poco e rasoterra che sfiora il palo). In pieno recupero di prima frazione, il colpo di scena. Inserimento sulla sinistra di Fiola che sorprende la difesa francese, ingresso in area e destro ravvicinato non bellissimo ma quanto basta a portare clamorosamente in vantaggio l’Ungheria all’intervallo. Nella ripresa la Francia non è arrembante come dovrebbe, ha occasioni (palo di Dembelé), ma la manovra transalpina appare sterile e narcisa. Francesi che raggiungono il pari al 66°. Rinvio di Lloris, errore della difesa ungherese che lascia spazio a Mbappé, il 10 mette in mezzo all’area, altro errore della difesa magiara e Griezmann da pochi passi firma il pari. Gulacsi è prodigioso su Mbappé poco dopo, portiere che evita il vantaggio ospite. Punto importante per l’Ungheria.

PORTOGALLO – GERMANIA: 2-4

(15′ Cristiano Ronaldo, 35′ Ruben Dias (AU), 39′ Raphael Guerreiro (AU), 51′ Havertz, 60′ Gosens, 67′ Diogo Jota)

Partita spettacolare all’Allianz Arena di Monaco, dove la Germania vince 4-2 contro il Portogallo e ritorna in corsa per la qualificazione. Tedeschi che giocano meglio, propositivi, veloci e organizzati, ma vengono puniti al 15° minuto. In contropiede lancio di Bernardo Silva a pescare Diogo Jota in area, l’ala portoghese non deve far altro che appoggiare per Cristiano Ronaldo che non sbaglia. La squadra di Loew però non si disunisce e al minuto 35 trova il pari. Apertura sulla fascia sinistra per un incontenibile Gosens (il migliore del match), cross tagliato in mezzo, Havertz è in agguato e trae in inganno Ruben Dias che deposita nella propria porta. 4 minuti dopo la Germania la ribalta. Sempre a sinistra, sempre con Gosens, altro cross dentro l’area, la difesa portoghese rilancia male, Kimmich riesce a rimettere in mezzo dove Guerreiro deposita nella propria porta. Ripresa che non cambia e Germania che dilaga. I tedeschi sfondano ancora sulla corsia mancina con Gosens, assist basso per Havertz che da pochi passi segna il 3-1. All’ora di gioco il poker tedesco. Cross perfetto di Kimmich dalla destra, il pallone arriva dall’altra parte a un solissimo Gosens che di testa impatta il 4-1. Partita finita, Portogallo in bambola e che riesce solo a dimezzare il passivo con Jota su assist di Ronaldo e a spaventare Neuer con una botta violenta di Renato Sanches finita sul palo. Portoghesi che dovranno giocarsi la qualificazione contro la Francia all’ultimo turno.

CLASSIFICA – GRUPPI – EURO 2020

GRUPPO A

ITALIA 6

GALLES 4

SVIZZERA 1

TURCHIA 0

GRUPPO B

BELGIO 6

FINLANDIA 3

RUSSIA 3

DANIMARCA 0

GRUPPO C

OLANDA 6

AUSTRIA 3

UCRAINA 3

MACEDONIA DEL NORD 0

GRUPPO D

REP.CECA 4

INGHILTERRA 4

SCOZIA 1

CROAZIA 1

GRUPPO E

SVEZIA 4

SLOVACCHIA 3

SPAGNA 2

POLONIA 1

GRUPPO F

FRANCIA 4

GERMANIA 3

PORTOGALLO 3

UNGHERIA 1

CLASSIFICA MARCATORI – EURO 2020

3 GOL

Patrick Schick (REP.CECA)

Cristiano Ronaldo (POR)

2 GOL

Romelu Lukaku (BEL)

Manuel Locatelli (ITA)

Ciro Immobile (ITA)

Andriy Jarmolenko (UCR)

Roman Yaremchuk (UCR)

Denzel Dumfries (OLA)

1 GOL

Insigne (ITA)

Embolo (SVI)

Moore (GAL)

Pojanplalo (FIN)

Meunier (BEL)

Sterling (ING)

Lainer (AUS)

Pandev (M.NORD)

Gregoritsch (AUS)

Arnautovic (AUS)

Wijnlaldum (OLA)

Weghorst (OLA)

Linetty (POL)

Skriniar (SLO)

Raphael Guerreiro (POR)

Miranchuk (RUS)

Ramsey (GAL)

Roberts (GAL)

Alioski (M.NORD)

Poulsen (DAN)

T.Hazard (BEL)

De Bruyne (BEL)

Depay (OLA)

Forsberg (SVE)

Perisic (CRO)

Fiola (UNG)

Griezmann (FRA)

Havertz (GER)

Gosens (GER)

Diogo Jota (POR)

Morata (SPA)

Lewandowski (POL)

1 AUTOGOL

Demiral (TUR)

Szczesny (POL)

Hummels (GER)

Ruben Dias (POR)

Raphael Guerreiro (POR)

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Riccardo Tanco

Informazioni sull'autore
Classe 1993, abito nella provincia di Milano. Tifoso dell'Inter. Giocatore preferito: Adriano
Tutti i post di Riccardo Tanco