Euro 2020: risultati, classifiche e marcatori della 1° giornata

Si è conclusa la 1° giornata della fase a gironi dei Euro 2020: esordi convincenti per Italia, Belgio, Inghilterra, Olanda, Francia e Portogallo. Deludono Croazia, Spagna e Germania.

1° giornata – fase a gironi – Gruppo A

TURCHIA – ITALIA: 0-3

(53′ Demiral (AU), 66′ Immobile, 79′ Insigne)

Gara dominata quella degli Azzurri, nella partita inaugurale di EURO 2020. All’Olimpico di Roma, la Nazionale di Mancini parte col freno nella prima frazione di gioco e sbatte contro la difesa turca. Cambio passo nella ripresa, dove l’Italia trova sfogo soprattutto sulla fascia destra. Da lì e dai piedi di Berardi, arrivano l’autorete di Demiral e il gol su tap-in di Immobile. A dieci dal termine chiude Insigne.

GALLES – SVIZZERA: 1-1

(49′ Embolo, 74′ Moore)

Nell’altra partita del girone dell’Italia, Galles e Svizzera si dividono la posta in palio a Baku. Il primo tempo è piuttosto soporifero, con una sola occasione per parte con Moore per i gallesi e con Seferovic per gli elvetici. Nella ripresa la squadra di Petkovic alza i giri e fa valere la miglior qualità tecnica, e soprattutto sale in cattedra l’attaccante Embolo. Che prima impegna Ward con una botta ravvicinata e su successivo corner trova di testa il vantaggio su assist di Shaqiri. La Svizzera però difetta in cattiveria, non è cinica e non chiude la partita, venendo punita nel suo unico errore difensivo. Angolo corto battuto dai gallesi su chi svetta il centravantone Moore che firma l’1-1 finale.

1° giornata – fase a gironi – Gruppo B

DANIMARCA – FINLANDIA: 0-1

(59′ Pohjanpalo)

A Copenaghen nella prima partita valida per il Gruppo B, la Finlandia si aggiudica il derby nordico. Match sospeso a fine primo tempo per il malore accorso a Cristian Eriksen, fortunatamente fuori pericolo nelle ore successive alla partita. Alla ripresa è decisivo il gol di Pohjanpalo nel secondo tempo, abile a inserirsi e staccare di testa e a ricevere il bel cross dalla sinistra di Uronen. Al 74° il danese Hojbjerg sbaglia il rigore che sarebbe valso il pari. Finlandesi che sfruttano l’unica vera occasione avuta.

BELGIO – RUSSIA: 3-0

(10′, 88′ Lukaku, 34′ Meunier)

Nel secondo match del Gruppo B, tutto facile per il Belgio, una della favorite del torneo che batte agevolmente 3-0 la Russia. Match senza storia a San Pietroburgo, con I Diavoli Rossi subito in vantaggio con Lukaku, abile a sfruttare un errore difensivo russo. Sempre su errore, su una mala respinta del portiere Sunin, Meunier raddoppia su un facile tap-in. Differenza tecnica troppo netta, ritmi che si abbassano nella ripresa. A 3 dal termine, bella verticalizzazione di Meunier che serve Lukaku in velocità: il 9 belga fa doppietta personale.

1° giornata – fase a gironi – Gruppo C

AUSTRIA – MACEDONIA DEL NORD: 3-1

(18′ Lainer, 28′ Pandev, 78′ Gregoristch, 89′ Arnautovic)

Nella prima partita del Gruppo C, l’Austria vince contro la Macedonia del Nord e conquista i primi 3 punti nel girone a Bucarest. Vantaggio nel primo tempo di Lainer, abile a insaccare in area piccola un bel lancio di Sabitzer. Errore difensivo austriaco e ne approfitta per il pari Goran Pandev. A 12 minuti dal termine è di Gregoristch il gol del nuovo vantaggio austriaco, che su assist di Alaba impatta in rete da pochi passi. Al minuto 89 il sigillo finale di Arnautovic, che sfrutta un errore della retroguardia macedone e insacca porta spalancata.

OLANDA – UCRAINA: 3-2

(52′ Wijnaldum, 58′ Weghorst, 75′ Yarmolenko, 79′ Yaremchuck, 85′ Dumfries)

Partita divertente e spettacolare ad Amsterdan, dove l’Olanda vince 3-2 contro L’Ucraina e prende i 3 punti nel Gruppo C. Gara dominata sul piano del gioco dagli Oranje che nel primo tempo hanno chance di vantaggio con Depay, Wijnaldum e Dumfries, ma la squadra di de Boer è sprecona. Ucraina poco precisa nelle sue chance di offendere. Nelle ripresa Olanda che concretizza con Winjdaldum. Bravo a insaccare col destro una respinta corta del portiere ucraino, e raddoppiare con un tap-in di Weghorst, dopo una progressione del laterale destro Dumfries. Pare finita, ma in 4 minuti l’Ucraina rimonta con una prodezza mancina di Yarmolenko e il colpo di testa di Yaremchuk su servizio di Mallnovskyi. L’Olanda però ci crede e al 85° Dumfries incorna di testa su assist di Aké e trova il 3-2 finale.

1° giornata – fase a gironi – Gruppo D

INGHILTERRA – CROAZIA: 1-0

(57′ Sterling)

Esordio vincente della Nazionale inglese all’Europeo. A Wembley, la squadra di Southgate vince 1-0 contro la Croazia, nel primo match del Gruppo D. Partita tutt’altro che spettacolare, con gli inglesi che colgono un palo con Foden a inizio match ma si spengono con l’andare dei minuti. Croazia troppo attendista e con poche idee. La ripresa non si diversifica nel ritmo, ma una buona progressione a centrocampo di Kalvin Phillips porta all’assist per il gol vincente di Sterling, abile ad inserirsi in area e a battere Livakovic da pochi passi. Match deludente per la Croazia.

SCOZIA – REPUBBLICA CECA: 0-2

(42′, 52′ Schick)

Nella seconda partita del Gruppo D, la Repubblica Ceca espugna Glasgow vincendo 2-0 contro la Scozia. I Cechi passano in vantaggio sul finire della prima frazione grazie a un colpo di testa di Patrick Schick, ben servito su cross di Coufal. A otto minuti dalla ripresa, lo stesso Schick raddoppia con un gol clamoroso. Il 10 ceco prende palla e da metà campo carica un pallonetto sinistro che beffa l’ingenuo portiere scozzese Marshall insaccandosi in rete. La Scozia ci mette impegno, ma sbatte contro limiti tecnici che le impediscono di rientrare in partita.

1° giornata – fase a gironi – Gruppo E

POLONIA – SLOVACCHIA: 1-2

(18′ Szczesny (AU), 46′ Linetty, 69′ Skriniar)

Nella partita inaugurale del Gruppo E, la Slovacchia vince 2-1 contro la Polonia a San Pietroburgo. Match equilibrato, sbloccato al 18′ del primo tempo dagli slovacchi. Azione personale in dribbling di Mak che dalla fascia penetra in area, destro velenoso che beffa Szczesny che devia nella propria porta dopo che la palla sbatte sul palo. Polonia poco incisiva e che non riesce ad attivare Lewandowski. Pari però immediato nella ripresa della squadra allenata da Paulo Sousa, che al 46′ trovano l’1-1 con un bell’inserimento di Linetty in area. All’ora di gioco rosso a Krychowiak che lascia la Polonia in 10 e al 69′ il gol vittoria slovacco. Da azione di corner, sponda aerea di Hamsik, Skriniar a centro area stoppa bene il pallone e con un desto potente batte Szczesny per il 2-1 finale.

SPAGNA – SVEZIA: 0-0

Esordio della Spagna allo stadio de la Cartuja di Siviglia. Le Furie Rosse però deludono e non vanno oltre allo 0-0 contro la coriacea e solida Svezia che riesce a strappare lo 0-0. La squadra di Luis Enrique mantiene il dominio del possesso palla, ma al netto delle occasioni avute (con Olmo e Morata nel primo tempo e con Gerard Moreno allo scadere di match, infrante su un ottimo Olsen), spagnoli troppo sterili e poco incisivi, con un giro palla lento che non ha impensierito troppo l’organizzazione difensiva svedese. Scandinavi che impostano una partita di contenimento, e affidano le sortite offensive al talento classe 1999 Isak, che colpisce un palo nel primo tempo e serve un assist che Berg spreca nella ripresa.

1° giornata – fase a gironi – Gruppo F

UNGHERIA – PORTOGALLO: 0-3

(84′ Raphael Guerreiro, 87′, 92′ Cristiano Ronaldo)

Nella prima partita del Gruppo F, il cosiddetto girone di ferro che comprende Portogallo, Francia e Germania e la favola Ungheria, i lusitani vincono 3-0 contro i magiari non però senza soffrire. A Budapest, i Campioni d’Europa in carica sono padroni del gioco, ma la manovra è lenta e con poche idee, e ci si affida soprattutto a giocate individuali. L’Ungheria è tecnicamente modesta, ma compensa con orgoglio e organizzazione difensiva. Le occasioni migliori nel primo tempo sono di Diogo Jota (para Gulacsi) e di Cristiano Ronaldo che spreca a porta vuota. La ripresa non cambia, ma il Portogallo è piuttosto supponente e senza un gioco preciso. L’Ungheria fa la sua partita di difesa, i portoghesi ci provano con Pepe e Bruno Fernandes e il muro ungherese crolla solo al 84°. Raphael Guerreiro trova in area una deviazione decisiva per il vantaggio, al 87° su rigore e al 92° Ronaldo fa doppietta.

FRANCIA – GERMANIA: 1-0

20′ Hummels (AU)

Nella super sfida del Gruppo F, la Francia Campione del Mondo in carica batte 1-0 la Germania all’Allianz Arena di Monaco. Partita equilibrata ma complessivamente meritata la vittoria dei transalpini. Decisiva l’autorete al 20′ del primo tempo di Hummels, propiziata da un insidioso cross di Lucas Hernandez. La squadra di Deschamps appare sicuramente più squadra e organizzata (anche 1 palo e 2 reti annullate per fuorigioco per Les Blues), contro una Germania tecnica ma disordinata e confusa a livello tattico, che nei fatti non produce nessun vero pericolo dalle parti di Lloris.

CLASSIFICA – GRUPPI – EURO 2020

GRUPPO A

ITALIA 3

GALLES 1

SVIZZERA 1

TURCHIA 0

GRUPPO B

BELGIO 3

FINLANDIA 3

DANIMARCA 0

RUSSIA 0

GRUPPO C

AUSTRIA 3

OLANDA 3

UCRAINA 0

MACEDONIA DEL NORD 0

GRUPPO D

REP.CECA 3

INGHILTERRA 3

CROAZIA 0

SCOZIA 0

GRUPPO E

SLOVACCHIA 3

SPAGNA 1

SVEZIA 1

POLONIA 0

GRUPPO F

PORTOGALLO 3

FRANCIA 3

GERMANIA 0

UNGHERIA 0

CLASSIFICA MARCATORI – EURO 2020

2 GOL

Romelu Lukaku (BEL)

Cristiano Ronaldo (POR)

Patrick Schick (REP.CECA)

1 GOL

Immobile (ITA)

Insigne (ITA)

Embolo (SVI)

Moore (GAL)

Pojanplalo (FIN)

Meunier (BEL)

Sterling (ING)

Lainer (AUS)

Pandev (M.NORD)

Gregoritsch (AUS)

Arnautovic (AUS)

Wijnlaldum (OLA)

Weghorst (OLA)

Jarmolenko (UCR)

Jaremchuk (UCR)

Dumfries (OLA)

Linetty (POL)

Skriniar (SLO)

Raphael Guerreiro (POR)

1 AUTOGOL

Demiral (TUR)

Szczesny (POL)

Hummels (GER)

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Riccardo Tanco

Informazioni sull'autore
Classe 1993, abito nella provincia di Milano. Tifoso dell'Inter. Giocatore preferito: Adriano
Tutti i post di Riccardo Tanco