Esclusiva Stadiosport – Giulio Tedeschi, agente Fifa: ”Manolas-Inter? Fattibile in estate. Milan? Mercato chiuso per tutte le big. Ultime ore fiacche”

Giulio Tedeschi, agente Fifa, ha parlato del futuro dei suoi assistiti e ha commentato queste ultime ore di calciomercato invernale in esclusiva ai microfoni di Stadiosport.it

Non saranno ultime ore di mercato molto attive, secondo Giulio Tedeschi, l’agente Fifa raggiunto in esclusiva dai microfoni di Stadiosport.it. Ma, soprattutto, non ci saranno altri grandi colpi da parte delle big, che hanno chiuso il proprio mercato. 

Hai preso la procura di Shelton Spier del Watford, terzino classe ’98. Qual è il suo futuro? 
«Ha 18 anni e un contratto in scadenza a giugno. Nei prossimi mesi proveremo a trattare per il rinnovo».

Può tornare in Italia l’attaccante Mario Fontanella del Floriana?
«L’anno scorso è stato il capocannoniere del campionato con 22 gol. Vorrebbe andare via da Malta, c’era il Modena, ma sono mancati i tempi».

Nella tua scuderia c’è anche Hussein Al-Horaishawi dell’Eskilsminne IF, considerato in Svezia quasi un piccolo Isco. Che ci puoi dire di lui?
«E’ un ragazzo di talento, ma deve essere seguito bene».

Futuro in Italia per Dapo Kayode?
«Difficile e, sinceramente, non è una soluzione da noi preferita per motivi di ambientamento e pressione. Abbiamo voluto fortemente andare in Scozia dopo l’esperienza in Romania con la Dinamo Bucarest. E’ cresciuto nelle giovanili del Fulham ed era già conosciuto. Sta benissimo a Kilmarnock, dove sta facendo molto bene».

Come saranno le ultime ore di mercato?
«Saranno fiacche. Credo che l’ultima grande operazione sia stata Gabbiadini al Southampton per 17 più 3. Ha fallito al Napoli? Secondo me, più che altro è stato sfruttato male, perché Sarri non è uno che cambia modo di giocare o modulo per un giocatore. E, purtroppo, questo ha penalizzato Gabbiadini, che non ha mai giocato nel suo ruolo più congeniale. Mercato chiuso per le big, mentre si muoveranno Latina per un attaccante, Empoli, Lazio con Kishna, verso il Lille, e Torino qualcosa in uscita, come Maxi Lopez, che dovrebbe andare al Crotone. Peccato per Kishna, che è un ragazzo che vale, ma ha avuto poche opportunità, che non ha saputo sfruttare».

Kostas Manolas

La Roma sembra intenzionata a cedere Manolas, sul quale ci sarebbero Inter, per giugno, PSG e Arsenal. E’ fattibile un’operazione così importante in queste ultime ore?
«No, no. Se andasse all’Inter, con Miranda formerebbe la coppia più forte della Serie A, insieme alla Juventus. Non è fattibile in queste ultime ore. E’ impossibile che la Roma ceda adesso Manolas, anche perché non avrebbe tempo per sostituirlo a dovere. Fair Play Finanziario a frenare l’operazione? No, perché Suning è molto forte politicamente e se devono o vogliono puntare 30-40 milioni di euro non avrebbero problemi a farlo. Tra l’altro, non credo che l’Inter voglia prendere un giocatore adesso, in corso di stagione, visto il rischio di adattamento tattico diverso rispetto alla Roma. Ora è sconveniente per tutti. Per l’estate, invece, è fattibile e lo stesso atteggiamento della Roma, che non ha mai ufficialmente smentito nulla, dimostra che sono aperti ad una sua possibile cessione».

Il Milan ha chiuso il mercato oppure prenderà uno tra Di Gennaro, Cigarini, Biabiany e Verdi?
«No, no, mercato assolutamente chiuso. Peccato per Bonaventura. Sicuramente, Ocampos è un giocatore diverso, più un vice Suso dal punto di vista tattico. Numericamente gli uomini ce l’ha, quindi non farà altri colpi in queste ultime ore. Mercato chiuso».

Benito Letizia © Stadio Sport

Riproduzione consentita solo previa citazione della fonte Stadiosport.it

Benito Letizia

Informazioni sull'autore
Direttore di Stadiosport. Giornalista Pubblicista, Laureato in Lettere Moderne e Filologia Moderna presso l’Università Federico II di Napoli. "Il calcio è vita".
Tutti i post di Benito Letizia