Emergenza Coronavirus: stop Eredivisie prolungato fino al 1° giugno

Il governo olandese ha prolungato le misure restrittive per arginare la pandemia fino al 28 Aprile e vietato gli eventi sportivi che richiedono autorizzazione fino all’inizio di Giugno. Bloccata dunque anche l’Eredivisie che rischia di non essere conclusa.

Niente calcio in Olanda fino all’inizio di Giugno. E’ questa la decisione presa dal governo olandese per arginare l’emergenza Coronavirus che sta mettendo in ginocchio il calcio europeo. Inoltre, sono state prolungate le misure restrittive fino al 28 Aprile.

Non si disputeranno né ad Aprile né a Maggio, dunque, le restanti partite di Eredivisie dove mancano nove giornate al termine della stagione. Sospesa fino al 1° Giugno anche la Keuken kampionen Divisie, ovvero la Serie B olandese. Scartata l’ipotesi di disputare a porte chiuse le giornate rimanenti.

Con questa nuova sospensione, anche in Olanda è alto il rischio di non terminare la stagione e si potrebbe valutare l’annullamento del campionato che al momento vede l’Ajax in testa alla classifica assieme all’AZ Alkmaar.

Nella giornata di oggi è in programma una videoconferenza con l’UEFA e le altre federazioni per discutere proprio dell’annullamento delle competizioni nazionali e lasciare spazio solo alle coppe europee, che potrebbero riprendere verso la fine di Giugno.

Uno scenario surreale che cambierebbe del tutto il mondo del calcio, con questa stagione che andrebbe a sovrapporsi alla prossima, creando gran confusione. L’UEFA deve prendere la soluzione migliore per tutti e prendere coscienza di come sia impossibile completare la stagione europea attuale, vista la grave emergenza che ha messo in ginocchio l’Europa intera.

Danilo Servadei

Informazioni sull'autore
Laureando in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Giornalista pubblicista con la passione per il calcio estero e l'amore per quello giapponese e asiatico
Tutti i post di Danilo Servadei