Emergenza Coronavirus, Serie A e calcio: 10 domande e risposte

L’emergenza coronavirus ha portato a stravolgimenti della Serie A. Ancora oggi non si conosce la data di rientro delle squadre all’attività agonistica. In questo articolo voglio dare le risposte alle domande più importanti fatte dagli appassionati del torneo.

Logo della Serie A. Fonte: Facebook Serie A

La diffusione del virus, in particolare in Lombardia, ha portato alla sospensione di tutti i campionati professionistici e dilettantistici.

La Serie A sta ancora cercando una data disponibile per la ripresa. La volontà espressa dalla Lega negli ultimi giorni è quella di voler terminare il torneo.

Vediamo le 10 domande più importanti, con le relative risposte:

Quando riprenderà la serie A e come cambia il calendario?

Il decreto Conte del 10 marzo ha stabilito il 3 aprile come termine ultimo per la sospensione. Nessuno però può sapere se fra due settimane ci sono i margini per una ripresa sicura dell’attività agonistica. Il Ministro dello Sport Spadafora ha parlato di domenica 3 maggio come data utile per la ripresa del campionato. Ma potrebbe ancora slittare a fine maggio. Il rischio che il campionato non possa concludersi a fine giugno è comunque molto alto!

Quando terminerà la serie A 2019/2020?

Tutto dipende da quando si potrà riprendere a giocare. Se nelle prossime settimane la situazione epidemica dovesse subire un brusco rallentamento, si potrebbe pensare di terminare il campionato entro giugno.

La UEFA vuole dare precedenza alle coppe europee, quindi è molto probabile un suo slittamento per il mese di luglio. La conseguenza sarebbe un inizio ritardato della stagione 2020-21. Non è un primo precedente perché nel 2000 il campionato iniziò il 30 settembre per via delle Olimpiadi di Sydney, svoltesi nel mese di Settembre.

Quando riprenderanno ad allenarsi le squadre?

I club della massima serie hanno sospeso le attività fino a data da destinarsi. I singoli calciatori, invece, hanno continuato ad allenarsi individualmente da casa, con programmi specifici, seguiti da istruttori e professionisti delle varie società.

Per ora non c’è una data certa, ma ci sono delle lamentele da parte di due club. La Lazio di Lotito e il Napoli di De Laurentis, i quali stanno facendo braccio di ferro con l’Assocalciatori per riprendere al più presto gli allenamenti.

Quanti e quali sono i calciatori contagiati dal coronavirus?

Sono 14 fino ad ora i calciatori risultati positivi al Covid 19: Daniele Rugani, Blaise Matuidi e Paulo Dybala della Juventus, Mattia Zaccagni del Verona, Dusan Vlahovic, Patrick Cutrone e German Pezzella della Fiorentina, Antonio La Gumina, Albin Ekdal, Manolo Gabbiadini, Fabio Depaoli, Bartosz Bereszynski e Marten Thorsby della Sampdoria, Daniel Maldini del Milan.

Le partite si giocheranno a porte aperte o chiuse?

Non ci sono certezze al riguardo, ma è probabile che qualora l’emergenza diminuisca la stagione si concluda senza spettatori sugli spalti. La FIGC e il Ministero dello Sport è difficile che diano l’ok a riaprire gli impianti al pubblico sugli spalti

Se non riprende la Serie A chi vince lo Scudetto e chi va in Champions ed Europa League?

Nel caso in cui dovesse continuare la pandemia, la Federcalcio sarebbe costretta a dichiarare conclusi i campionati. Non ci sono precedenti di questo tipo, quindi la giurisprudenza non potrebbe giungere in soccorso.

La classifica dovrà essere stabilita dal Consiglio federale, che dovrà scegliere in base soprattutto al numero di partite giocate. Al momento vi sono alcune squadre con una partita da recuperare, quindi il tabellone finale potrebbe essere stravolto. Niente scudetto, in Champions le prime quattro del torneo, in Europa League, la quinta, sesta e settima.

Se non riprende il campionato cosa avverrà per le promozioni/retrocessioni?

Per la Serie A le retrocessioni sono un capitolo a parte, vista la grande quantità di partite che devono essere disputate. 12 turni al termine, naturale propendere per un congelamento delle posizioni e l’aggiunta di due squadre dalla Serie B. Le prime due al momento sono Benevento e Crotone. Si arriverebbe ad un torneo con 22 squadre il prossimo anno! Nessuna disputa dei playoff nella serie cadetta, con retrocessione delle ultime tre, senza playout.

Dalla Serie C potrebbero essere promosse solo le prime di ogni girone, Monza, Vicenza e Reggina. In questo modo viene garantito il numero eguale di partecipanti.

Riprenderanno la Champions ed Europa League e quando si giocherà la Finale?

Più che altro ci sono solo ipotesi al momento, ma nessuna data ufficiale all’orizzonte. Sette date per la coppa dalle grandi orecchie.

La Champions è difficile possa riprendere il 14 e anche il 28 aprile, con formula tradizionale. Le altre riguardano il 5, 12 ,19, 26 maggio, fino al 13 giugno. Nella competizione mancano quattro match di ritorno per completare gli ottavi, più i quarti, le semifinali e la finale. In questi ultimi casi si dovrebbe pensare anche ad un cambiamento di formula.

L’Europa League si è fermata dopo 6 delle 8 partite d’andata degli ottavi di finale. Mancano ancora tutti i match di ritorno, più quarti, semifinale e finale.

La versione più ottimistica vede il rientro a metà aprile, ma è alquanto improbabile ora. Quella più pessimistica, invece, vede la disputa di una final four a giugno.

Le finali delle due competizioni, originariamente previste per fine maggio, adesso sono saltate. Non ci sono date ufficiali, ma Ceferin assieme agli stakeholder del calcio europeo potrebbero decidere al più presto.

Quando riprenderanno i campionati esteri in Europa?

Difficile prevedere quando potranno riprendere i campionati esteri. L’unica ufficialità, fino ad ora, riguarda la sospensione degli stessi.

La Premier League ha ufficializzato la chiusura delle attività almeno fino al 30 aprile.

La Liga aveva inizialmente sospeso il campionato per due turni, ma il governo spagnolo ha fatto slittare la ripresa a data da destinarsi.

La Ligue 1 ha preso la stessa decisione delle altre. Rinvio fino a data non ancora certa.

La Bundesliga aveva inizialmente interrotto l’attività per una giornata. Ora invece la sospensione è a data da destinarsi.

Quando si diputeranno gli europei 2020?

La UEFA ha già definito il rinvio degli europei 2020 alla prossima estate. Quindi la programmazione è posticipata di un anno, dall’11 giugno all’11 luglio 2021. In questo modo si è voluto dare la possibilità alle singole federazioni di organizzarsi come meglio possono per terminare i rispettivi campionati entro questa estate.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Lorenzo Carrega

Informazioni sull'autore
Giornalista Pubblicista. Esperienze in ambito giornalistico locale, non solo di sport, ma anche di cultura e tempo libero. La scrittura è la mia passione
Tutti i post di Lorenzo Carrega