Emergenza Coronavirus: Museo FIGC di Coverciano diventa digitale

In periodo di Emergenza Coronavirus ci sono diverse realtà che non si arrendono, e continuano il loro.

Non è da meno il Museo della FIGC di Coverciano, che dopo la chiusura forzata, decide di ‘riaprire al pubblico’. In un certo senso.

Non fisicamente si intende, ma virtualmente, diventando digitale.

Questa l’iniziativa voluta proprio dalla Federazione, per consentire ai visitatori, seppur virtuali, di godere degli storici cimeli e memorabilia del patrimonio storico-sportivo del museo.

Una bella iniziativa per manentere comunque, in qualche modo, attiva e fruibile, quella che è una importante attrattiva italiana.

Il Museo sarà visitabile attraverso il canale Facebook della FIGC, e proporrà ogni giorno una foto di uno dei sopra citati cimeli, fra palloni, scarpini, maglie e altri epocali oggetti della storia delle nostre nazionali di calcio, di ogni categoria di età e di genere.

Tour iniziato già Mercoledì 1 Aprile, un inizio in grande stile, gli scarpini indossati dalla Leggenda Silvio Piola al Mondiale di Francia 1938.

Il secondo Mondiale vinto dalla nostra Nazionale Maggiore, con lui grande protagonista, capocannoniere dei suoi con 5 gol, di cui 2 nella finale vinta 4-2 sull’Ungheria.

Anche il secondo giorno ha visto una scelta di prim’ordine: la maglia indossata da Roby Baggio in occasione della sua gara d’addio alla Nazionale.

Era Mercoledì 28 Aprile 2004, e a Marassi gli Azzurri di Trapattoni pareggiavano 1-1 contro la Spagna, con il Divin Codino a dare l’addio all’Azzurro, con 56 presenze e 27 gol.

Vi invitiamo a scoprire il resto !

Salvatore Sabato

Informazioni sull'autore
Laureando in chimica industriale. Da sempre devoto alla cultura e al sapere. In generale, sapere, qualunque cosa, ritengo sia sempre importante. Una grande passione per il giornalismo. Anche - ma non solo - sportivo. Fiero di collaborare ormai da tempo a questo progetto.
Tutti i post di Salvatore Sabato