Emergenza Coronavirus: Lotito propone finale Scudetto tra Juventus e Lazio in caso di stop definitivo Serie A

Nel caso in cui non si riuscisse a finire la Serie A 2019-2020, il presidente della Lazio Lotito propone uno scontro diretto, una sorta di finale per assegnare lo Scudetto tra Juventus e Lazio, mentre non è d’accordo con Play-off con più squadre, vista la distanza in classifica 

Dal Governo alla Lega Serie A con furore. Una lotta continua tra accuse, dubbi, protocolli inviati e rigettati, volontà unanime di tornare in campo, necessità economiche e, infine, aspetto sportivo e sanitario.

Quel che è certo è che, in qualsiasi caso, la stagione calcistica 2019-2020 sarà ricordata sempre come falsata causa dell’emergenza sanitaria globale dovuta al pericolo di diffusione e contagio del Coronavirus, al secolo Covid-19

Nelle ultime ore è stato firmato il decreto legislativo con il quale dal 4 maggio inizierà la Fase 2, che permetterà dal 18 maggio di riprendere il campionato e, magari, portare a termine la Serie A 2019-2020, ovviamente se e quando ci saranno le condizioni giuste per farlo.

Detto questo, c’è chi vuole per forza tornare in campo. A portare avanti l’ipotesi è Claudio Lotito, il presidente della Lazio, che ha evidenziato la necessità di tornare in campo, nonostante sarebbe più conveniente non farlo per il risparmio degli stipendi. 

D’altronde, la convenienza è alla base della stagione del club capitolino, a partire dall’eliminazione voluta dall’Europa League, che avrebbe facilitato il lavoro e gli allenamenti in vista della lotta per lo Scudetto. 

Secondo Lotito, qualora non si riuscisse a portare regolarmente a termine il campionato, non sarebbe giusto dar vita ai Play-off con altre squadre, visto che c’è una distanza importante in classifica tra le prime due e la terza e la quarta. 

Proprio per questo, la soluzione, a quel punto, da adottare per il presidente della Lazio sarebbe una finale per assegnare il titolo solo tra le prime due in classifica, cioè tra Juventus e Lazio, vere mattatrici di questa stagione fino alla sospensione forzata. 

Inoltre, Lotito ha rivelato che si sta anche valutando l’idea di bloccare le retrocessioni dando vita ad una Serie A a 22 squadre e la volontà dei medici di sospendere tutto a causa della pandemia. 

In tal senso, per Lotito il problema si potrebbe raggirare con le giuste precauzioni, quindi con test medici e screening sanitario totale, quindi tamponi per tutte le squadre per un totale di 2500 test. 

D’altronde, il presidente della Lazio è contro anche alla ripresa degli allenamenti il 18 maggio, visto che si giocherà a porte chiuse e basterà controllare quei pochi che saranno presenti allo stadio. 

Infine, sul problema legato al pagamento della terza ed ultima rata dei diritti tv, Lotito ha evidenziato come in realtà la Lega Serie A ha il coltello dalla parte del manico, visto che, nel caso in cui le pay-tv dovessero davvero non procedere secondo accordi, esse sarebbero inadempienti legalmente sul contratto. 

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Benito Letizia

Informazioni sull'autore
Direttore di Stadiosport. Giornalista Pubblicista, Laureato in Lettere Moderne e Filologia Moderna presso l’Università Federico II di Napoli. "Il calcio è vita".
Tutti i post di Benito Letizia