Caso Djokovic: giudice dispone fermo in Australia in attesa di procedimento del Giudice per espulsione

Continuano i colpi di scena sul caso Djokovic in Australia: in mattinata il Governo aveva annullato per la seconda voltae il visto e sembrava essere avviata l’espulsione immediata del tennista serbo ma nelle ultime ore è stata sospesa la procedura di espulsione e messo ancora una volta in stato di fermo in attesa della decisione del giudice che dovrebbe arrivare domenica.

Il Giudice Anthony Kelly ha disposto il fermo di Novak Djokovic in Australia fino alla conclusione del procedimento legale sulla sua espulsione sul quale è stato avviato un ricorso davanti alla Corte Federale.

Djokovic elimina Berrettini agli US Open

Djokovic da sabato mattina sarà costretto a tornare in una struttura di detenzione per immigrati, il Park Hotel, dove era stato condotto al suo arrivo in Australia lunedì scorso.
Djokovic potrà vedere i suoi avvocati in attesa della nuova udienza del ricorso prevista per domenica mattina questa volta davanti ad un tribunale federale.

Questa sera alle 22:00 italiane (le 8 di mattina di sabato in Australia) intanto è prevista un audizione davanti ai funzionari dell’ufficio immigrazione australiano.

E’ arrivato un ulteriore colpo di scena sul caso Djokovic dopo che il suo visto era stato annullato per la seconda volta dal Governo Australiano.
Il ministro dell’Immigrazione Alex Hawke insieme ai suoi avvocati hanno deciso di non espellere il tennista serbo finchè non si conclude il procedimento giudiziario.

Nicholas Wood, legale di Novak Djkovic, ha fatto sapere che la decisione del ministro dell’immigrazione australiano è del tutto irrazionale e ha specificato: “Il ministro ha riscontrato che Djokovic è in regola e ha una motivazione medica per non essere vaccinato. Ha ritenuto o presupposto che il signor Djokovic rispettasse la legge e rappresenta un rischio trascurabile per gli altri. Intendiamo depositare la memoria definitiva entro mezzogiorno di sabato. Il governo australiano può rispondere entro mezzanotte, così domenica può essere fissata l’udienza”.

Djokovic se vedrà respinto il suo ricorso rischia oltre a non poter partecipare all’Australian Open 2022 di non poter mettere piede in Australia per i prossimi tre anni.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Carlo M.

Informazioni sull'autore
Responsabile editoriale, appassionato di Sport (Calcio - F1 - MotoGp)
Tutti i post di Carlo M.