Dichiarazioni di Sarri nel post gara di Napoli-Juventus: agli azzurri il pareggio va stretto

Io penso che quando una squadra gioca come ha fatto il Napoli stasera, un allenatore può andare a casa con tutte le sensazioni possibili ma non delusione”.  Con queste parole, il tecnico del Napoli, Maurizio Sarri parla ai microfoni di Premium Sport, del pareggio contro la Juventus.

Il tecnico ha sottolineato che raramente ha visto la Juventus così in difficoltà come oggi. La squadra ha dimostrato grande abilità nel bloccare i contropiedi bianconeri. I cambi fatti sono stati condizionati dallo stato fisico di alcuni giocatori, non completamente in forma.

La sfida di mercoledì, ha continuato Sarri, sarà fondamentale ed è per questo si cercato di non correre rischi. Su Higuain, il tecnico ha ammesso di averlo salutato nel post gara. La squadra voleva regalare la vittoria a un pubblico, ancora un volta, straordinario. La prestazione però è stata di buona qualità.

Lo dimostra il fatto che, secondo Sarri, la squadra è stata in grado di recuperare lo svantaggio iniziale, facendo una grande prestazione sul piano del gioco. Ci sono ancora margini di miglioramento, ma la strada è quella giusta per realizzare grandi cose.

 Maurizio Sarri, tecnico del Napoli.

 Il fatto che la Juventus abbia mantenuto la difesa bassa, ha detto Sarri, era dovuto al fatto che gli attaccanti del Napoli pressavano, riuscendo a fermare tutti i tentativi di ripartenza. Il tipo di gioco adottato era essenziale per non perdere.

Su Milik, Sarri ha ammesso che l’avrebbe schierato, ma purtroppo i cambi prima di Hamsik e poi di Strinic, imprevisti, hanno cambiato i piani del tecnico che quindi non ha potuto schierare l’attaccante polacco. Milik, rispetto a Mertens, riesce a essere più presente in area di rigore.

Sarri ha poi concluso dicendo di essere molto infastidito dal fatto che la squadra conceda molti gol, quando il risultato sembra acquisito, come è capitato nella sfida contro il Torino o l’Empoli. La colpa è della squadra che si mostra superficiale nella gestione della gara.