Dichiarazioni di Montella nel post gara di Pescara-Milan 1-1: il tecnico accetta il risultato e guarda avanti

Il Milan torna da Pescara con un solo punto e compie un passo indietro rispetto alla corsa Europa League. La squadra di Montella non è riuscita a prendersi i tre punti contro la formazione di Zeman, che smuove un po’ la sua classifica, che la vede sempre lontana dalla salvezza.

Ai microfoni di Premium Sport, Vincenzo Montella ha ammesso che la squadra non è stata abile nel fruttare, soprattutto nel finale, le tante palle gol create. La squadra ha mostrato orgoglio, senza però riuscire a essere veloce.

Il tecnico rossonero ha poi detto che il pareggio, oggi, è un risultato che va accettato, visto che il Pescara è stato bravo a creare problemi al Milan. L’importante è andare avanti e archiviare la partita di oggi, restando ottimisti per le prossime sfide.

Sull’errore di Donnarumma, che ha causato il gol del Pescara, Montella ha difeso il giovane portiere, sostenendo che è un errore che ci può stare e che il ragazzo non deve preoccuparsi. Se il Milan avesse vinto, tutti ci avrebbero riso sopra, ma sono cose che possono capitare.

Vincenzo Montella, allenatore del Milan

Montella ha poi detto che, al di là del pareggio di oggi, la corsa del Milan all’Europa League non è compromessa. Ci sono ancora otto partite da giocare, è tutto può anche cambiare e davanti qualche squadra potrebbe anche rallentare.

Il Milan si giocherà le sue chance fino alla fine. Non bisogna fare drammi per la partita di oggi. La squadra è stata lenta, ha ribadito Montella, soprattutto nel primo tempo, dove aveva difficoltà ad attaccare in profondità. Nella ripresa le cose sono andate meglio.

Il tecnico rossonero ha poi continuato sostenendo che non è facile preparare una partita, quando all’appello mancano i giocatori convocati in nazionale. Questo però non può essere una scusa, visto che le grandi squadre devono abituarsi a queste situazioni.

Chiosa finale su Bacca, apparso un po’ in difficoltà oggi. Montella ha spiegato che il colombiano ha sofferto molto il viaggio di ritorno. Il fatto che però la squadra non abbia vinto non è colpa sua, anche se non è riuscito a fare gol.