Juventus-Bologna, dichiarazioni pre-partita di Allegri:”Voglio che la squadra ritrovi solidità, su Tagliavento c’è stata una commedia”.

Alle ore 12 di Venerdì 4 Maggio, Allegri si è presentato nel media center di Vinovo per parlare ai giornalisti nella consueta conferenza stampa. E’ la vigilia di Juventus-Bologna, la prima di tre partite fondamentali per i bianconeri nella corsa allo scudetto.
Allegri in conferenza stampa prima di Juventus-Bologna.
Fonte: Youtube

Le prime parole non potevano che riguardare i fatti accaduti sabato scorso nell’immediato dopo partita con l’Inter. Le sue  congratulazioni all’arbitro Tagliavento, non sono state viste di buon occhio dagli interisti e da gran parte d’Italia. Ma le sue risposte sono state chiare e nello stesso tempo hanno voluto mettere una pietra tombale sulla questione. Ha definito l’intera settimana trascorsa come una commedia, l’attività più interessante degli italiani.

Invece, ha voluto concentrarsi maggiormente sulla corsa allo scudetto. Il Napoli ha 4 punti in meno, è ancora matematicamente in corsa. Restano tre partite da fare tutte in maniera attenta, così come la finale di Coppa Italia mercoledì prossimo.  

Sulla formazione ha riferito come Mandzukic sarà assente, così come Chiellini, De Sciglio e Sturaro. Dybala ci sarà, assieme ad Higuain. Per quanto riguarda i ballottaggi, deve ancora decidere chi far giocare tra Marchisio e Bentancur, così come tra Douglas Costa e Cuadrado.  Su Bernardeschi ha ammesso come l’italiano non abbia ancora i novanta minuti nelle gambe.

Ritornando alla sfida di sabato sera, Allegri ha voluto sottolineare come la testa conti tantissimo nel calcio. Fino al pareggio su punizione di Icardi, la Juventus era in controllo della gara. I nerazzurri hanno fatto una delle migliori gare della stagione, anche se hanno speso molto nel finale, non era semplice. 

La squadra deve ritrovare una certa solidità, visto che ha subito sei reti nelle ultime quattro partite. Sono numeri eccessivi per una squadra come la Juventus. Ha pagato un errore a Madrid, su una situazione di fallo laterale, così come contro il Napoli, da un calcio d’angolo. Deve ritrovare quella forza mentale indispensabile per vincere le partite.

 

Lorenzo Carrega

Informazioni sull'autore
Giornalista Pubblicista. Esperienze in ambito giornalistico locale, non solo di sport, ma anche di cultura e tempo libero. La scrittura è la mia passione
Tutti i post di Lorenzo Carrega