Coronavirus, Spadafora: “Impossibile definire data ripresa Serie A”

Poche ore fa il Ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, è tornato a parlare della situazione legata ad una possibile ripresa del campionato italiano.

“Per poter comprendere al meglio quando ripartirà il campionato, sarà fondamentale vedere l’andazzo della curva contagi delle prossime due settimane. Solo allora si potrà fare una stima orientativa sulla ripresa. Ad oggi è impossibile fare pronostici“.

Così, il Ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, ha sentenziato in merito ad una possibile ripresa del campionato, specificando, però, quella che è la volontà dell’Italia:

L’auspicio di tutti noi, compreso il governo, è quello che il campionato possa ripartire. Siamo fiduciosi che il nostro protocollo di sicurezza possa essere efficace in merito ad una ripresa degli allenamenti e dell’attività. In Inghilterra sembravano voler ripartire prima di noi, ma anche loro hanno dovuto rimandare la ripresa di qualche giorno”.

Infine, Spadafora, ha così concluso in merito ad una possibile ripresa dell’Italia attraverso lo sport: “Sono convinto che questa situazione ci porterà a rigenerarci più forti che mai. L’Italia ha bisogno dello sport e con questo rinascerà. I Giochi olimpici e paralimpici invernali Milano-Cortina 2026, e le Finali ATP di Torino saranno l’emblema della ripartenza – non solo territoriale, ma anche economica – dopo tanta sofferenza”.

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SISAL

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Orazio Redi

Informazioni sull'autore
Giornalista pubblicista, laureato in Scienze della comunicazione. Amante, sin da piccolo, di calcio e analisi dei linguaggi giornalistici. La citazione, che definisce perfettamente la mia ambizione, è questa qui di Steve Jobs: "L'unico modo per poter fare un ottimo lavoro sta nell'amare ciò che si fa. Il segreto è non accontentarsi mai e inseguire fino alla fine i propri sogni".
Tutti i post di Orazio Redi