Coppa Italia, risultati ottavi di finale: Milan e Juventus in scioltezza, Atalanta fuori a sorpresa

Tutto facile per Milan e Juventus, che travolgono Spal e Udinese rifilando loro rispettivamente tre e quattro reti, mentre la sorpresa del giorno arriva dal “Franchi”: l’Atalanta finalista dell’anno scorso cede di misura e lascia il campo alla Fiorentina.

Fiorentina-Atalanta 2-1: sono i viola, un po’ a sorpresa, ad aggiudicarsi il match e a guadagnarsi l’accesso ai quarti di finale dove affronteranno l’Inter. I bergamaschi, finalisti della scorsa edizione, partono contratti e vanno sotto dopo 18 minuti grazie al primo gol di Cutrone, rapace in area per il facile tocco a porta vuota su assist dalla sinistra di Dalbert, con la nuova maglia.

L’Atalanta si assesta e guadagna a poco a poco sempre più campo fino ad arrivare a dominare per larghi tratti colpendo anche un legno con Gosens, il secondo dopo quello di Pasalic. Alla fine arriva il meritato pareggio con una rete fotocopia di quella di Cutrone realizzata da Ilicic al 67° su suggerimento di Gosens.

Sempre più pressante ed anche con l’uomo in più per la stupida espulsione di Pezzella, i nerazzurri si allungano ulteriormente e lasciano un buco sulla destra nel quale si fionda Lirola che, imbeccato da Pulgar, al minuto 84 incrocia benissimo e mette la sfera nell’angolo più lontano. Il finale vede l’assalto bergamasco, che si rivela infruttuoso.

Milan-Spal 3-0: tutto relativamente facile per i rossoneri contro gli estensi, battuti nettamente e con una prestazione efficace e cinica. I primi quarantacinque minuti si chiudono sul 2-0 in virtù delle reti di Piatek, a segno su assist filtrante di Bennacer, e di Castillejo, che riceve palla da Piatek e si inventa una palombella perfida che termina nel sette.

A metà ripresa Hernandez cala il tris con un gran sinistro da fuori dopo una bella iniziativa personale. Nel finale Ghersini assegna un rigore alla Spal per un fallo di mano di Paquetà, ma poi si rimangia tutto dopo aver rivisto l’azione al Var (la palla va sul gomito che però è attaccato al corpo). Il Milan affronterà il Torino nei quarti di finale.

Juventus-Udinese 4-0: è una delle migliori edizioni della Juventus di Sarri quella che travolge i friulani e si regala i quarti di finale in programma tra due settimane contro una tra Parma e Roma.

Al 16° Dybala e Higuain triangolano ripetutamente e alla fine il Pipita, pescato perfettamente dal più giovane connazionale, si ritrova davanti a Nicolas e lo perfora per la prima volta.

Dieci minuti dopo Nicolas stende Bernardeschi e Aureliano concede un penalty che Dybala trasforma con un sinistro precisissimo e angolato che il portiere ospite intuisce senza poter fare altro.

Nella ripresa, al 58°, Higuain ricambia il favore servendo Dybala con un lancio sontuoso che la Joya trasforma in uno spettacolare gol di interno sinistro diretto all’incrocio dei pali e, infine, al 61° Nuytinck stoppa di mano un tiro a botta sicura di Rugani e regala un altro rigore ai padroni di casa, stavolta realizzato da Douglas Costa con un tiro angolato. L’ultima mezz’ora è pura accademia.

Ludovico Maiorana

Informazioni sull'autore
Sono Ludovico Maiorana, ho 34 anni e sono di Barcellona Pozzo di Gotto. Sono laureato in Scienze Storiche e scrivo per Stadiosport.it.
Tutti i post di Ludovico Maiorana