Coppa Italia 2020-2021, risultati 32° di finale: Mancuso elimina il Benvento, che rischio per Torino e Verona!

Poche sorprese, ma tanto divertimento nel terzo turno eliminatorio di Coppa Italia. Fuori Benevento e Crotone. Fiorentina, Torino e Verona rispettano i pronostici ma non con pochi problemi.

Un turno eliminatorio tutt’altro che scontato per le squadre di Serie A chiamate a dover affrontare la loro prima sfida della fase ad eliminazione diretta dell’edizione numero 73 della Coppa Italia.

L’uomo copertina di questa doppia giornata di Coppa è sicuramente il centravanti italiano in forze all’Empoli, Leonardo Mancuso.

Il bomber milanese, ex Juventus U23, annichilisce il Benevento grazie all’unica tripletta registrata in questi due giorni. I campani subiscono fin da subito l’ottimo momento di forma dei toscani che riescono nell’impresa di eliminare una squadra di categoria superiore. Il risultato finale di 2-4 non può far piacere al mister Filippo Inzaghi.

Leonardo Mancuso, 28 anni, stende il Benevento con 3 gol

Il Torino vince, ma non convince contro un ottimo Lecce che costringe gli uomini di Giampaolo a dover prolungare il confronto fino ai tempi supplementari. Sono proprio i pugliesi a passare in vantaggio grazie al gol di Stepinski, per poi subire il momentaneo pareggio di Lyanco.

I granata, che avevano optato per un turnover leggero senza privarsi di troppi titolari, non riescono a trovare il piglio giusto per legittimare il passaggio del turno. Poche le note liete nella formazione torinese ma, tra queste, c’è sicuramente il giovane terzino Singo che, quantomeno, regala velocità ed imprevedibilità all’approssimativa manovra offensiva degli uomini di Giampaolo.

A decidere il passaggio del turno è la doppietta di Verdi maturata durante i tempi supplementari.

Gli stessi granata ospiteranno la Virtus Entella, uscente vincitrice nella giornata di ieri per 3-1 sul Pisa, durante il quarto turno eliminatorio.

Discorso diverso per l’Hellas Verona che domina il Venezia per un tempo, fino, poi, a calare inspiegabilmente nei secondi 45 minuti subendo la rimonta dei veneti che costringono Juric e compagni a dover scommettere sulla lotteria dei rigori.

L’Hellas trova il vantaggio con l’ex scuola Manchester City, Ilic per poi raddoppiare il risultato grazie al baby talento Eddy Salcedo. I lagunari ci credono fino alla fine e sfruttano il grossolano secondo tempo degli avversari per recuperare il risultato grazie alle reti di Johnsen e Capello. Nei tempi supplementari, Modolo fa sognare il Venezia, ma il gol di Ronaldo Vieira fissa il 3-3 finale e porta la sfida ai rigori, dove è protagonista Pandur.

Il ventenne croato para due rigori e spedisce i suoi al match contro il Cagliari, anch’esso uscito vincitrice in maniera piuttosto timida contro una buonissima Cremonese piegata solo dal gol di Faragò.

Fiorentina: che sofferenza! Passano anche Udinese e Parma

Primo gol da giocatore della Fiorentina per Josè Maria Callejon

La Fiorentina passa il turno nonostante un secondo tempo davvero pessimo in cui il Padova ha più volte sfiorato il pareggio.

Al Franchi la partita è stata disputata 45 minuti dopo rispetto all’iniziale fischio d’inizio fissato per le ore 17,00. Nel Padova, infatti, è stato rilevato un caso di positività al Covid-19 all’interno dello staff tecnico.

Ciò ha costretto i biancorossi a dover effettuare un test rapido per decidere tra il rinvio o lo spostamento. La partita è stata regolarmente giocata e, nei primi 45 minuti, gli uomini di Iachini hanno dominato gli avversari trovando il doppio vantaggio grazie al gol di Venuti e al primo sigillo in maglia gigliata di Josè Maria Callejon.

Ottima la partita di Riccardo Saponara che dimostra che la sua tecnica è rimasta immutata nonostante la Fiorentina lo vedeva, ormai, fuori dal progetto. Il trequartista propizia entrambi i gol della Viola che sembra poter dilagare.

Invece, come già successo più volte in questa stagione, il vantaggio spegne le idee della Fiorentina che subisce la voglia e la foga del Padova che prima trova il gol con Santini e poi colpisce un legno con Nicastro. Terracciano respinge l’ultimo assalto degli avversari e la Viola si regala un passaggio del turno nonostante la prestazione sottotono.

Vincono anche Udinese e Parma nei confronti di LR Vicenza e Pescara. Grande protagonista per il Parma è stato Karamoh, autore di una doppietta.

Da Scamacca a Vignato, le squadre di Serie A mettono in mostra i giovani talenti italiani

Gianluca Scamacca brilla nel terzo turno di Coppa Italia

La Coppa Italia è anche il miglior modo per mettere in mostra le qualità dei giocatori spesso meno utilizzati nella rosa di una squadra di Serie A o Serie B, ed è anche la miglior passerella per poter ammirare i giovani, futuri, talenti della nostra nazione.

Il terzo turno eliminatorio ha consegnato le luci della ribalta a molti giovani “bomber” tra cui spicca il nome di Gianluca Scamacca.

Il campioncino del Genoa ci mette un tempo per siglare una doppietta e regolare la pratica Catanzaro. Scamacca, già protagonista nella nostra Under 21, è uno dei prospetti di maggior talento nel reparto offensivo italiano. Un mix di fisicità, tecnica ed esplosività che aspetta il momento giusto (e la squadra giusta) per poter definitivamente esplodere.

Discorso simile per Emanuel Vignato, protagonista nel 2-0 del suo Bologna rifilato alla Reggina. Gli emiliani faticano a trovare idee ma alla fine riescono a spuntarla anche grazie al gol del talentino veneto già richiesto da molti club nostrani ed europei.

Alla Sampdoria basta un gol di Nino La Gumina per festeggiare un complicatissimo passaggio del turno contro una buona Salernitana. L’Empoli e il Parma, nelle già citate vittorie con Benevento e Pescara, mettono in mostra Olivieri e Adorante.

Il primo, che debuttò anche in Champions League con la maglia della Juventus contro il Lione, ha aperto le marcature prima di dover concedere il titolo di MVP della partita a Mancuso; il secondo, natio di Parma ma con un passato all’Inter, ha chiuso i conti siglando il 3-0 finale degli emiliani.

Tutti i risultati dei 32° di finale di Coppa Italia 2020-2021

Sampdoria-Salernitana 1-0 (La Gumina)

Bologna-Reggina 2-0 (Orsolini, Vignato)

Virtus Entella-Pisa 3-1 (Mancosu VE, Palombi P, Brunori, Cardoselli)

Pordenone-Monza 1-4 d.c.r.

Torino-Lecce 3-1 d.t.s. (Stepinski L, Lyanco, Verdi, Verdi T)

Cagliari-Cremonese 1-0 (Faragò)

Cittadella-Spezia 0-2 (Verde, Benedetti autorete)

Cosenza-Monopoli 2-1 (Petrucci C, Idda autorete M, Kone C)

Benevento-Empoli 2-4 (Olivieri E, Maggio B, Mancuso, Mancuso, Mancuso E, Moncini B)

Brescia-Perugia 3-0 (Bisoli, Aye, Mangraviti)

Crotone-Spal 1-1 (3-4 d.c.r.)  (Cigarini C, Seck S)

Genoa-Catanzaro 2-1 (Scamacca, Scamacca G, Fazio C)

Hellas Verona-Venezia 3-3(3-1 d.c.r.) (Salcedo, Ilic HV, Johnsen, Capello, Modolo V, Vieira HV)

Fiorentina-Padova 2-1 (Venuti, Callejon F, Santini P)

Parma-Pescara 3-0 (Karamoh, Karamoh, Adorante)

Udinese-LR Vicenza 3-1 (Forestieri, Deulofeu, Pussetto U, Gori V)

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SISAL

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus