Copa Libertadores: River Plate – Boca Juniors: 3-1. Il River vince la sua 4° Copa Libertadores: battuto il Boca ai supplementari.

Il River Plate vince la sua quarta Copa Libertadores della sua storia battendo 3-1 in rimonta ai supplementari nel Superlclasico di ritorno gli eterni rivali del Boca Juniors al Santiago Bernabeu. Boca avanti nel primo tempo con Benedetto, nella ripresa Pratto trova il pari, poi nei supplementari e trionfo dei Los Millonaros con il gol di Quintero e il sigillo finale di Gonzalo Martinez.

Si doveva giocare il 24 novembre al Monumental, dopo che l’andata disputata il 9 novembre alla Bombonera era finita 2-2. Ma la finale di ritorno di Copa Libertadores tra River Plate e Boca Juniors è stata spostata a stasera 9 dicembre e si è giocata in campo neutro, al prestigioso Santiago Bernabeu, dopo che problemi di disordine pubblico a Buenos Aires avevano causato il rinvio prima e l’annullamento poi della partita che si sarebbe dovuta tenere nella capitale argentina.

Il River Plate allenato da Gallardo si schiera col 4-1-4-1 con Armani tra i pali, difesa con Montiel, Maidana, Pinola e Casco. Mediano Ponzio con ai lati Perez e Palacios e Fernandez e Martinez sulle fasce. In attacco il solo Pratto.

Il Boca Juniors di Schelotto si schiera col 4-3-3 con Andrada tra i pali, Olaza, Magallan, Izquierdoz e Buffarini in difesa. Centrocampo con Perez, Barrios e Nandez. In attacco il tridente Pavon, Benedetto e Villa.

La partita inizia aggressiva e tesa ma molto tattica, con il River Plate che prova a manovrare il pallone e il Boca Juniors che tenta maggiormente la giocata verticale e sugli esterni. Al 10° arriva la prima iniziativa del Boca con Perez, in cui tiro ravvicinato è però centrale e bloccato da Armani. La partita si svolge e si lotta soprattutto a centrocampo, ma con azioni estemporanee e il match ne risulta confusionario e poco spettacolare.

AL 28° è ancora Boca che sfiora il vantaggio: su una ribattuta di un calcio di punizione, la palla finisce tra i piedi di Perez che però a botta quasi sicura non inquadra lo specchio. Il primo tempo pare chiudersi a reti inviolate ma al 45° arriva la fiammata del Boca Juniors: pessimo posizionamento difensivo del River, Nandez inizia il contropiede, recupera palla a centrocampo e lancia precisamente in verticale Benedetto che tutto solo davanti ad Armani lo fulmina piazzando l’1-0 all’angolino.

 

Nella ripresa il River alza ovviamente il ritmo e al minuto 48 ci prova Fernandez ma il suo tiro dal limite dell’area finisce di molto a lato. Il Boca perde in incisività ma si mantiene compatto e ordinato in campo e lascia poco alle iniziative degli avversari.

All’ora di gioco il Boca controlla il match e il River pare senza idee, ma arriva il colpo a sorpresa. I biancorossi muovono benissimo palla con un’ottima azione manovrata, Fernandez arriva sul fondo, mette in mezzo e a centro area dove pesca perfettamente Pratto che tutto solo col destro firma l-1 del River.

Il pareggio rivitalizza i Millionarios e il Boca appare meno preciso mentre il match appare più battagliero e aumenta il volume e la quantità dei falli. La partita è tesa e i tempi regolamentari si chiudono sul’1-1.

Nel primo tempo supplementare non accade nulla se non fosse che un brutto ed ingenuo fallo di Barrios lascia il Boca in 10 uomini. E al 108° un River più lucido e più concreto con un’insistita azione avvolgente nei pressi della trequarti avversaria, trova il vantaggio grazie al potente sinistro del subentrato Quintero che si insacca nel sette e vale il 2-1. Il Boca si spinge tutto in avanti alla ricerca del pari, “I Genovesi” colpiscono il palo con Jara al 120° ma sull’ultima azione con tutto il Boca (compreso il portiere) subisce il contropiede fatala che chiude i conti.

Da un ribaltamento da un corner, Gonzalo Martinez si invola completamente solo e in campo aperto verso la porta sguarnita del Boca e deposita il 3-1 che vale la vittoria più bella per il River, che consegna al club biancorosso la quarta Copa Libertadores della sua storia, ottenuta vincendo la SuperFinale contro gli eterni rivali storici di sempre.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

15€ Bonus Benvenuto Scommesse al Deposito

Fastbet

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Riccardo Tanco

Informazioni sull'autore
Classe 1993, abito nella provincia di Milano. Tifoso dell'Inter. Giocatore preferito: Adriano
Tutti i post di Riccardo Tanco