Copa America 2019, 2° giornata gruppo C: probabili formazioni Uruguay-Giappone ed Ecuador-Cile

Sia la Celeste che la Roja possono volare ai quarti di finale in caso di vittoria.

Stanotte all’una sarà dato il via alla seconda giornata del gruppo C di Copa America. A scendere in campo per primo sarà l’Uruguay che all’Arena do Gremio affronterà il Giappone per chiudere il discorso qualificazione. In caso di vittoria, infatti, la Celeste salirebbe a quota sei punti, mettendo l’ipoteca sulla qualificazione ai quarti di finale della competizione. Nonostante abbia subito quattro go, l’Uruguay non deve sottovalutare la nazionale asiatica capace di battere già una volta la Celeste per 4-3 lo scorso ottobre.

Lo stesso discorso fatto per l’Uruguay, vale anche per il Cile che sabato notte sfiderà l’Ecuador all’Arena Fonte Nova. Dopo il grande esordio contro il Giappone, la Roja vorrà confermare la bella prova offerta contro i Samurai Blue ed è nettamente la favorita per la vittoria. Cile che, però, dovrà scendere in campo senza sottovalutare l’avversario se non vuole avere brutte sospese.

PROBABILI FORMAZIONI

URUGUAY-GIAPPONE (Venerdì 21 Giugno, ore 01:00)

In questa seconda giornata, Tabarez dovrebbe riproporre in campo quasi gli stessi undici che hanno battuto l’Ecuador, disponendoli con il 4-4-2. In porta ci sarà Muslera, difesa formata da Caceres, Gimenez, Godin Laxalt, Bentancur e Torreira saranno i due centrali, con il giocatore dell’Arsenal a sostituire l’infortunato Vecino, mentre Nandez Loderio saranno gli esterni. In avanti Suarez farà coppia con il Matador Cavani.

Si tratta già dell’ultima chiamata per i Samurai Blue di Moriyasu che dopo la batosta con il Cile vorranno di sicuro fare di meglio. Il ct nipponico dovrebbe cambiare modulo tornando con la difesa a 4 e con il tridente, proponendo un 4-2-3-1 che tanto bene ha fatto nell’ultima Coppa d’Asia. In porta ancora spazio al giovane Osako, davanti a lui ci saranno Tomiyasu, vicino a firmare per il Bologna, e Ueda, con Hara Sugioka a fare i terzini. In mediana agiranno Shibasaki Nakayama, mentre in posizione offensiva a sostegno dell’unica punta Okazaki ci saranno Kubo alle sue spalle e con Nakajima Daizen Maeda sugli esterni.

ECUADOR-CILE (Sabato 22 Giugno, ore 01:00)

Come il Giappone, anche l’Ecuador è all’ultima spiaggia se vuole credere nella qualificazione diretta. Hernan Gomez dovrebbe disporre i suoi con un 4-3-3. In difesa mancherà Quintero per squalifica sulla destra che sarà sostituito da Velasco, accompagnato da Achiller Caicedo al centro e Mina a sinistra, mentre in porta ci sarà Dominguez. A centrocampo, Orejuela si sistemerà al centro con Intriago Mena più larghi sugli esterni, mentre nel tridente d’attacco ci saranno i due Valencia con Preciado.

Rueda vuole chiudere già stasera il discorso qualificazione e dovrebbe puntare sulla stessa formazione che ha travolto il Giappone. Il Cile si sistemerà in campo con il 4-3-3 con Arias tra i pali, Isla, Medel, Maripan Beausejour a comporre il quartetto difensivo, Pulgar, Aranguiz Vidal a centrocampo (con il giocatore del Barcellona che però è in dubbio a causa dell’infortunio rimediato nella prima partita) e Fuenzalida, Sanchez Vargas a guidare l’offensiva.

ECUADOR (4-3-3): Dominguez; Velasco, Achiller, Caicedo, Mina; Intriago, Orejuela, Mena; A. Valencia, Preciado, E. Valencia. Ct: Hernan D. Gomez

CILE (4-3-3): Arias; Isla, Medel, Maripan, Beausejour; Pulgar, Aranguiz, Vidal; Fuenzalida, Sanchez, Vargas. Ct: Reinaldo Rueda

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Danilo Servadei

Informazioni sull'autore
Laureando in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Giornalista pubblicista con la passione per il calcio estero e l'amore per quello giapponese e asiatico
Tutti i post di Danilo Servadei