Cluj-Roma 0-2, le pagelle: Veretout, menomale ci sei tu. Diawara, bene il rientro. Bruno Peres sciupa

Sommario
  1. LE PAGELLE

L’autugol di Debeljuh ed il rigore di Veretout valgono il pass del passaggio del turno

Dopo il 5-0 dell’andata, la Roma arriva in casa del Cluj. Fonseca schiera un’inedita quanto obbligata difesa. Come nella gara di domenica scorsa col Parma, Cristante si posizione al centro con Spinazzola alla sua destra e Juan Jesus a sinistra. In cabina di regia confermato Villar, reduce dall’ottima prestazione di domenica. A coadiuvare lo spagnolo c’è Diawara, al rientro dopo la positività al Covid-19. Dietro Mayoral – che all’andata trovò le prime due reti in maglia giallorossa – ci sono Pellegrini, che si è messo alle spalle il Coronavirus, e Perez.

Nel primo tempo a tenere le redini del gioco è la Roma. I giallorossi non uniscono però il possesso con la creazione di serie azioni offensiva. Ciò nonostante, sui piedi dei giallorossi arrivano comunque due occasioni da gol.

Dagli sviluppi di un calcio di punizione sulla sinistra, il pallone arriva a Bruno Peres, il quale dal limite dell’aria cicca il tiro. La seconda chance, invece, è alla mezz’ora: Boja Mayoral si ritrova a tu per tu con Balgradean, calciando tuttavia addosso all’estremo difensore romeno.

Per le reti bisogna dunque aspettare la ripresa. Fonseca toglie Pellegrini – rientrato dopo la quarantena – ed inserisce Veretout. E nel vantaggio c’è la firma del centrocampista francese: da sinistra, posizione trequarti, il numero mette in mezzo un calcio di punizione che non viene deviato da nessuno se non da Debeljuh.

Anche il raddoppio arriva con i cambi. Al 63′ dentro Dzeko (per Mayoral, che poco prima si era visto il raddoppio) e Mkhitaryan per Spinazzola. Proprio l’armeno, alla prima azione, si procura il (dubbio) calcio di rigore venendo steso da Balgradean. Dal dischetto Veretout non sbaglia. L’ultima chance arriva all’80’: Milanese – subentrato a Diawara – pesca intelligente Bruno Peres, ma la conclusione del brasiliano finisce clamorosamente sopra la traversa.

Minimo sforzo per strappare l’aritmetica qualificazione ai sedicesimi e per centrare il sesto clean sheat per i giallorossi. E domenica al San Paolo contro il Napoli – vittorioso per 2-0 contro i croati del Rijeka – si punterà al settimo sigillo.

LE PAGELLE

Pau Lopez 6,5 – Per la prima ora di gioco è come quel compagno che ad ogni gita si isola. Compie il primo intervento bloccando il tiro di Debeljuh. Attento.

Spinazzola 6 – Schierato nell’inedito ruolo di difensore destro nella linea a 3, non rinuncia a spingersi in avanti cercando di creare scompiglio con i suoi cross. (Dal 63′ Mkhitaryan 6,5 – Appena entrato si procura il rigore che vale il raddoppio. Decisivo).

Cristante 6 – Continua a guidare la difesa giallorossa senza sbavature, tentando talvolta qualche azzardo di troppo.

Juan Jesus 6 – Dopo aver ritrovato il campo nella gara col Parma, ritrova anche la titolarità complici le numerose assenze. Impreciso talvolta in fase d’impostazione.

Bruno Peres 5,5  – Viene cercato col contagocce. Cicca clamorosamente un pallone ribattuto dalla retroguardia romena su punizione. Negli ultimi dieci minuti manca ancora un’occasione spedendo alto l’intelligente assist del giovane Milanese.

Villar 6,5 – Riparte titolare dopo domenica. All’inizio ripete la stessa gara gestendo il traffico davanti alla difesa, facendosi anche vedere davanti grazie a Diawara che rimane dietro. Col passare dei minuti, però, riduce  – e non di poco -il suo raggio d’azione fino ad assentarsi dal gioco. Quando ritorna in auge lo con la solita sicurezza. Inizia ad essere una certezza.

Diawara 6,5 –  Ritrova il campo con la maglia da titolare. Rimane più dietro rispetto a Villar, schermando i vari tentativi offensivi avversari. Contribuisce, e non poco, anche in fase di costruzione. Buona prestazione, soprattutto se si considera che è stata la gara di rientro. (Dal 77′ Milanese 6,5 – Impreziosisce il debutto con la Prima Squadra servendo uno strepitoso assist per Bruno Peres)

Calafiori 6 – Prima da titolare in questa stagione, ripaga servendo diversi cross e tentando anche qualche inserimento sul secondo palo.

Carles Perez 5,5 – Sbologna qualche pallone sulla destra, cerca spazi per tentare la conclusione ma si fa comunque vedere poco. (Dal 84′ Tripi SV – Si gode il debutto con la Prima Squadra)

Pellegrini 6 – Guarito dal Covid, torna in campo da titolare.  Si abbassa sovente smistando diversi palloni, sbagliando comunque in qualche frangente. (Dal 45’ Veretout 7 – Entra e propizia il vantaggio con il calcio di punizione che Debeljuh devìa in rete. Si rifà trasformando il rigore del raddoppio. Finisce con la solita gara che lo vede ovunque).

Mayoral 6 – Inizia sacrificandosi e andando a cercare il pallone, come quello che gli capita alla mezz’ora e che, a tu per tu, consegna nelle mani di Balgradean. Prima di uscire, tenta il raddoppio con un tiro al volo. (Dal 64′ Dzeko 6 – Ottenuta l’idoneità, riassapora il campo dopo venti giorni esatti. Immagazzina minuti in vista del Napoli. Ed un’ammonizione nei minuti di recupero).

All. Fonseca 6,5 – Ottiene la qualificazione matematica ai sedicesimi con due turni di anticipo. Con la seconde (e terze) scelte, pur producendo un calcio apprezzabile, la gara non si sblocca. Ricorre al carico pesante ed arrivano le due reti.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Roberto Gentili

Informazioni sull'autore
Cresciuto a pane, calcio e sport.
Tutti i post di Roberto Gentili