Cittadella: stagione finita per Lora

Ancora una volta la dea bendata sfida Filippo Lora.
Il giovane centrocampista, classe 1993, del Cittadella ha subito l’ennesimo, gravissimo infortunio.

lora-cittadella

Al 39′ minuto di Cittadella-Pisa, il giovane cade a terra stringendo stretto il ginocchio e scoppiando subito in un pianto di dolore e desolazione.
L’ex Milan viene subito medicato e poi portato fuori dal campo con l’ausilio della barella.

A primo impatto ci si rende subito conto della gravità della situazione e si sospetta, ancora una volta, che sia quel maledetto legamento crociato, che nelle ultime stagioni ha fatto crack per ben 3 volte.

Una carriera ancora tutta da scrivere, soli 23 anni e già così condizionato dagli infortuni.
Riuscirà a rialzarsi ancora una volta ed essere più forte delle malasorte? 

Ciò che è certo è che al ragazzo il carattere non manca e, dopo i primi momenti di sconforto, ha subito affrontato di petto la situazione: “Io sono fortunato, ho tutto quello che si può volere dalla vita. Non mi manca niente. Ciononostante a volte la vita ti sfida, nel mio caso in maniera, purtroppo, continua, forse perché ti vuole abbattere, forse per fortificarti, forse per altre mille ragioni. Ma questo non conta. Conta come affronti la cosa, con che spirito la combatti. Conta il fatto che il destino con me ha perso. In partenza. Perché io ho due palle (testuale, ndr) più grosse del destino, ho più fame di lui, ho l’entusiasmo necessario per superare tutto, ma soprattutto la mia disposizione a soffrire è superiore alla sua voglia di abbattermi. E questo, nel conteggio finale, un domani farà la differenza ancora una volta. Ogni momento è buono per ricominciare e nessun momento è così terribile per cedere. Il destino è il pretesto dei falliti. Ti darò l’ulteriore prova che io devo sempre vincere!”