Chelsea-Milan, Dichiarazioni pre-partita Pioli: “Domani sarà una partita difficile”

L’allenatore del Milan Stefano Pioli è intervenuto ai microfoni alla vigilia della sfida tra il “suo” Milan e il Chelsea allenato da Graham Potter.

Il tecnico rossonero descrive la partita di domani:  “Domani sarà una partita difficile, la qualità degli avversari è alta”. Il Chelsea è una squadra molto ricca e forte che ha vinto la Champions League e ha potenziato in maniera esponenziale l’organico. Cercherà subito di partire in maniera aggressiva, sfruttando tutte le qualità a disposizione.

Nonostante le molte assenze, Pioli spinge i suoi ragazzi a dare il massimo. Gli infortuni non sono e non dovranno essere un alibi. Certamente un calendario fitto non è l’ideale perché ci sono più probabilità di infortunarsi e i tempi di recupero si allungano sensibilmente.

Chelsea-Milan, 3° Giornata di Champions League

L’ex tecnico di Lazio e Inter loda il collega inglese Potter: “Conosco Potter perché l’anno scorso il Brighton giocava bene e l’ho seguito. Fa giocare bene la squadra e pratica un calcio offensivo. Nelle due partite col Chelsea ha cambiato posizioni, passando dalla difesa a 3 a 4. Cosa un po’ strana per un allenatore che arriva, ma lui è così”.

L’allenatore del Milan loda la leadership di Bennacer. Egli infatti è un leader tecnico che dà sempre l’esempio ai compagni, già a partita dai comportamenti, al modo di allenarsi. E’ uno dei tanti leder del gruppo rossonero.

Il Milan deve continuare a crescere e maturare. Ha già dimostrato il suo valore, ma il tecnico rossonero si aspetta un ulteriore salto di qualità. In occasione della partita di domani servirà maturità e consapevolezza nei propri mezzi.

I rossoneri da anni puntano molto suoi calciatori giovani, ma non si fanno mai mancare i calciatori di esperienza come Kjaer, Ibrahimovic e Giroud. Per Pioli è questa la strada giusta da seguire, realizzare un mix tra giovani e calciatori più maturi.

Luca Meringolo

Informazioni sull'autore
Laureato in Comunicazione e Dams, collaboratore di Klichè e StadioSport. Tifoso del Milan, ma sa riconoscere gli errori della sua squadra e loda anche gli avversari per i loro meriti. Obiettivo: giornalismo imparziale!
Tutti i post di Luca Meringolo