Champions League 2019-2020, calendario Gruppo D: Atletico, Bayer Leverkusen e Lokomotiv Mosca avversari Juventus

Sorteggio duro per la Juventus di Sarri che trova nel suo Girone di Champions League l’Atletico Madrid, il Bayer Leverkusen ed il Lokomotiv Mosca.

L’urna di Montecarlo per la Juventus non è stata particolarmente negativa, ma i bianconeri sbagliano di grosso se pensano di passare il turno agilmente. La Juventus è capitata nel gruppo D, un gruppo abbastanza equilibrato che comprende Atletico Madrid, Bayer Leverkusen Lokomotiv Mosca e per riuscire ad arrivare agli ottavi i campioni d’Italia dovranno dare il massimo.

La Juventus nonostante era inserita tra le 8 teste di serie all’urna di Montecarlo pesca dalla seconda fascia l’Atletico Madrid, i tedeschi del Bayer Leverkusen inseriti in 3° fascia ed il Lokomotiv Mosca inserito in 4°.

La Juventus esordirà nella fase a gironi il 18 settembre al Wanda Metropolitano contro l’Atletico Madrid e poi avrà due sfide in casa allo Stadium di Torino contro il Bayer Leverkusen ed il Lokomotiv Mosca.

I tifosi della Juventus hanno valutato come positivo il sorteggio rispetto a quello dello scorso anno, ma anche loro sono consci che non sarà facile volare agli ottavi. Per ottenere i tre punti in ogni sfida servirà la miglior Juve possibile ed i bianconeri ne sono al corrente.

Come si legge su L’insider sicuramente lo Stadium di Torino ed il pubblico bianconero è la marcia in più per il cammino della Juventus verso la Finale della Champions League 2019-2020 in programma allo Stadio Olimpico Atatürk di Istanbul il 30 maggio 2020.

L’Atletico Madrid è sicuramente la squadra più temibile del girone e la favorita per il passaggio del turno insieme ai bianconeri. La Juventus ha affrontato l’Atletico Madrid negli ottavi di finale della scorsa Champions League dove la squadra di Allegri dopo aver perso 2 a 0 all’andata furi casa è riuscita a ribaltare il risultato a Torino vincendo 3 a 0 grazie ad una tripletta di Ronaldo.

Le due squadre si sono affrontate in amichevole estiva il 10 agosto scorso e l’Atletico ha battuto la Juve 2 a 1 con i gol di Lemar e Joao Felix con Khedira che aveva pareggiato momentaneamente per i bianconeri.

I colchoneros rispetto alla formazione della passata stagione hanno perso giocatori importanti come Griezmann, Rodri e Lucas Hernandez, ma hanno preso ottimi sostituti come Marcos Llorente, Trippier, Hermoso e soprattutto Joao Felix. Il talento portoghese costato 126 milioni ha già fatto male alla Juve nella International Champions League ed è il giocatore da tenere maggiormente d’occhio. I bianconeri sfideranno l’Atletico nella prima giornata al Wanda Metropolitano il prossimo 18 settembre in una sfida che si preannuncia interessante.

Alla seconda giornata, la Juventus ospiterà il Bayer Leverkusen che è la mina vagante del girone. I tedeschi hanno una rosa molto giovane, la cui età media è di 25.9, ed hanno acquistato gente interessante come Demirbay ed Amiri dall’Hoffenheim e Sinkgraven dall’Ajax. Inoltre, il Bayer vanta in rosa un talento come Kai Haverts, centrocampista classe 2000, che è il giocatore di miglior prospettiva della squadra assieme al neo arrivato Amiri. Nonostante abbia lasciato il club Julian Brandt, il Bayer ha saputo costruire una squadra giovane, ma pericolosa e le due sfide non saranno di certo una passeggiata per i bianconeri.

Nella terza giornata, invece, la Juventus sarà sempre di scena a Torino contro la Lokomotiv Mosca. Sulla carta,  i russi sono la formazione più debole del gruppo D, ma non vanno sottovalutati, con la trasferta in Russia mai facile per nessuno. Nella Lokomotiv, la Juve ritroverà l’ex Benedikt Howedes che solo per un anno ha vestito la maglia bianconera, ma stando più in infermeria che in campo per infortunio. Oltre ad Howedes, i russi vantano nella propria rosa altri due giocatori esperti come Vedran Corluka, ex Tottenham, difensore e capitano della squadra, e Joao Mario, arrivato in questa sessione di mercato in prestito dall’Inter. I bianconeri dovranno fare attenzione anche ai gemelli Miranchuk, Anton Aleksey, pericolosi se lasciati giocare.

Danilo Servadei

Informazioni sull'autore
Laureando in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Giornalista pubblicista con la passione per il calcio estero e l'amore per quello giapponese e asiatico
Tutti i post di Danilo Servadei