Cessione Pisa: Rischia Di Nuovo Di Saltare

Continua il a regnare il caos intorno al Pisa.
La società si trova più che mai in bilico dopo la mancata cessione alla famiglia Corrado, con i tifosi che avevano già minacciato Petroni che a Pisa non si sarebbe giocato senza la cessione.

protesta_tifosi_pisa

A dare la notizia è stato il sindaco Marco Filippeschi, spiegando che: “Non ci sono più i tempi per fare questa operazione. Ho espresso a tutti il mio rammarico, la mia sorpresa, il mio stupore. Ora incombe un futuro molto difficile per la società”, che ha poi aggiunto: “Stiamo valutando la possibilità come Comune se possiamo fare qualche azione per tutelare le nostre posizioni”.

La trattativa che era stata imbastita tra la famiglia Petroni e la Magico srl, della famiglia Corrado, sembrava ormai giunta alla conclusione, ma non è andata quindi in porto e adesso il rischio è quello di finire in tribunale, come ha spiegato lo stesso sindaco. 

Ora il futuro è tutto un rebus e ciò che è certo, è che ombre molto minacciose si aggirano sul club.
Se entro oggi infatti non saranno pagati gli stipendi dei tesserati o nei prossimi giorni risanato il bilancio approvato con quasi 1,8 milioni di perdite, il revisore unico del club dovrà varare azioni conseguenti e c’è il rischio dei libri in tribunale.

Nonostante queste difficoltà però, la squadra di Gattuso potrebbe continuare la stagione sportiva, come è accaduto anche in altre circostanze.