Cessione Milan a Investcorp, esclusiva scaduta: sì inserisce fondo americano RedBird con offerta a Elliott

Cessione Milan, entriamo nella fase decisiva: il fondo americano RedBird si inserisce nella trattativa tra Elliott ed Investcorp, provando ad anticipare la concorrenza.

Si apre un nuovo capitolo nel lungo percorso di cessione del Milan. Il fondo Elliott, proprietario del club dal 2018, ha deciso di vendere al termine della stagione, ed è entrato in trattativa, da settimane, con il fondo del Bahrein Investcorp, guidato dall’uomo d’affari Mohammed Bin Mahfoodh Al Ardhi.

Il fondo del piccolo emirato ha messo sul piatto un’offerta da 1,18 miliardi di euro, ma come sottolineato da un articolo del Corriere della Sera a firma Arianna Ravelli, sembra che le modalità di finanziamento scelte da Investcorp, parzialmente disposto ad investire fondi personali, per poi coinvolgere soggetti terzi mediante la sottoscrizione di prestiti, risulterebbero poco gradite ad Elliott.

La private equity americana riterrebbe l’offerta di RedBid più affidabile, sebbene leggermente meno remunerativa rispetto a quella di Investcorp, ammontando a “solo” un miliardo di euro, contro gli 1,180 milioni di Investcorp.

Bisogna inoltre tenere conto della maggiore esperienza accumulata da RedBird in ambito sportivo durante questi anni: RedBird partecipa al capitale sociale di Fenway Sports Group, fondo di investimenti che oltre ai Boston Red Sox della MLB, controlla anche il pacchetto di maggioranza del Liverpool.

La trattativa andrà avanti in queste settimane e, come scrive Ravelli, la cifra offerta da RedBird potrebbe anche lievitare. Elliott si prenderà ancora del tempo per valutare in maniera più approfondita le due proposte presenti sul tavolo, ma l’ago della bilancia sembra ora pendere a favore di RedBird.