Calciomercato Milan: spunta Szczesny se parte Donnarumma

Continuano i dubbi legati al futuro di Gigio Donnarumma, con la società che teme un vero e proprio braccio di ferra con Mino Raiola, potente procuratore del giovane fenomeno rossonero. La situazione è chiara: la società è disposta a fare un importante sforzo economico ed adeguare il contratto passando dagli attuali 300 mila euro a stagione, a ben 3,5 milioni di euro

Raiola però ha fino ad ora fatto muro, volendo sfruttare al massimo l’interesse dei ricchissimi club della Premier League che potrebbero garantire un ingaggio superiore al ragazzo. Il Milan non è disposto ad assecondare oltre le richieste (smisurate) del procuratore e spinge ad una presa di posizione il ragazzo, sperando che capisca che chi lo rappresenta si preoccupa più del suo portafoglio che del suo futuro sportivo

Voci di corridoio narrano che i vertici del club sono molto indispettiti e sono pronti a mettere il ragazzo davanti ad una scelta: o rinnova il contratto entro la fine di luglio, o si procederà all’acquisto di un altro portiere, con Donnarumma che sarebbe delegato alla tribuna per l’intera prossima stagione. 

Adesso rimane da capire a chi converrebbe perdere una stagione così, con il ragazzo che di fatto rimarrebbe lontano dai campi proprio nell’anno che porterà ai Mondiali e che potrebbe costargli la chiamata del CT della Nazionale, Giampiero Ventura, che non convocherebbe un portiere relegato in tribuna. 

Le parti sono chiamate ad una scelta di buon senso, anche se con Mino Raiola di mezzo c’è poco da stare sereni. Fassone e Mirabelli dunque preparano un piano di riserva e pensano a Wojciech Szczęsny, portiere attualmente alla Roma ma di proprietà dell’Arsenal, il cui futuro è ancora un rebus.