Calciomercato, Lega Serie A: no proroga scadenza contratti 30 giugno. Sessione estiva 1 settembre-5 ottobre e postille

La Serie A riparte il 20 giugno, ora è ufficiale. Questo, però, non scioglie ancora molti dubbi sul campionato italiano, che oltre all’emergenza sanitaria del Coronavirus deve far fronte a vari problemi. Uno su tutti riguarda i contratti in scadenza il 30 giugno. Sono 133 i calciatori che restano in bilico. Per il calciomercato, l’ipotesi più concreta per la sessione estiva è quella che va dal 1 settembre al 5 ottobre

Logo ufficiale della Serie A, presente nell’archivio della pagina “Facebook” ufficiale della “Lega Serie A”

La Serie A finalmente ha avuto l’ufficialità della ripresa. Dopo la pandemia Coronavirus, si è raggiunto l’accordo per la ripartenza: il 20 giugno si torna in campo. Si inizierà con i recuperi della 25esima giornata. Tuttavia, i nodi da sciogliere sono ancora molti e non riguardano solo il famoso protocollo sanitario ideato dalla Commissione Tecnica Scientifica.

A tenere banco c’è ancora il tema spinoso dei contratti dei calciatori in scadenza al 30 giugno. Nel massimo campionato italiano sono 133 i giocatori che sono legati alla propria squadra con l’accordo in scadenza a questa data. La soluzione ideale, pensata dai vari club, era quella di chiedere alla FIGC una proroga rispetto al 30 giugno. Il rischio, infatti, è che le squadre restino decimate dopo questa data, non avendo i propri atleti a disposizione per le partite.

A questa richiesta, la Lega Serie A è sembrata molto ferma, negando di fatto la proroga della scadenza dei contratti. La situazione resta comunque nel caos e nei prossimi giorni dovranno arrivare notizie più rassicuranti su questo aspetto.

Altro tema importante che caratterizza la stagione in corso è quella relativa al calciomercato. In particolare, sono state ipotizzate delle date per quanto riguarda la sessione estiva e l’opzione più concreta è quella che va dal 1 settembre al 5 ottobre. Oltre a questo, ci sarà la possibilità di sottoscrivere accordi preliminari con i calciatori, per evitare che le società subiscano in modo passivo  eventuali accordi di federazioni con il mercato aperto.

Il 3 giugno la FIFA darà notizie definitive su questo aspetto, ma c’è anche la possibilità che vengano anticipati i tempi della sessione di mercato.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus