Calciomercato Inter, notizie 1 Giugno 2015: le alternative a Yaya Tourè

Sturridge e Yaya Tourè

Il campionato è finito, sicuramente deludente per l’Inter, che ha chiuso all’ottavo posto in classifica. C’erano sicuramente grandi attese e speranze dal ritorno di Roberto Mancini, ma almeno sono state gettate le basi per il futuro.

Il futuro sarà il rombo a centrocampo, ma si spera di trattenere tutti i gioielli in rosa. Il primo è Mauro Icardi, capocannoniere della Serie A con 22 gol, con il quale si sta trattando il rinnovo in un vero e proprio tira-e-molla. Sullo sfondo l’Atletico Madrid, che osserva con attenzione. Il secondo è Mateo Kovacic, che probabilmente dovrebbe restare, nonostante ci siano interessi di big del calcio europeo.

Chi dovrebbe essere sacrificato sull’altare del Fair Play Finanziario è Samir Handanovic. Il rinnovo del contratto in scadenza nel 2016 è sempre più lontano, anche perché Roma e Manchester United hanno mostrato grande interesse per il portiere sloveno, che potrebbe essere ceduto per una cifra vicina non inferiore ai 15 milioni di euro. Il sogno per sostituirlo è Mattia Perin, ma è una pista quasi impossibile da percorrere, visto che ha appena rinnovato con il Genoa.

Diversamente, c’è l’accordo con Antonio Mirante, che rescinderà il contratto con il Parma dopo l’ultima asta fallimentare. Il portiere napoletano non è considerato però un primo, solo una riserva e proprio questo sarà il suo ruolo, visto che sostituirà Juan Pablo Carrizo, che si svincolerà a costo zero.

Il secondo colpo in canna sarà Ervin Zukanovic, poliedrico difensore del Chievo, con il quale c’è già un’intesa di massima che coinvolge anche Ezequiel Schelotto, che sarà ceduto ai clivensi a titolo definitivo. Non sarà l’unico colpo in difesa, visto che andranno via Hugo Campagnaro, Felipe e, molto probabilmente, uno tra Marco Andreolli e Nemanja Vidic, quest’ultimo sembra propenso a tornare in Inghilterra.

Non è un segreto che il grande sogno del tecnico di Jesi è Yayà Tourè, suo pupillo sin dai tempi del Manchester City. Sembrava una trattativa in discesa, ma c’è stata una brusca frenata, visto che i Citizens hanno dichiarato l’ivoriano incedibile, come ammesso dallo stesso agente del giocatore, che ha di fatto chiuso le porte ad un suo addio. I soldi stanziati per Tourè serviranno per portare a casa un grande centrocampista.

Sono tante le alternative che si stanno vagliando: da Alex Song del Barcellona e Mario Suarez dell’Atletico Madrid, per i quali bisogna battere la concorrenza del Milan, ad oggi in vantaggio su entrambi, a Pedro Obiang della Sampdoria, Lucas Leiva del Liverpool, che ha chiesto ufficialmente la cessione, Obi Mikel del Chelsea, Maxime Gonalons del Lione, Asier Illarramendi del Real Madrid. Una margherita da sfogliare con calma, perché non è possibile sbagliare il colpo.

Per il centrocampo è già stato tesserato Jonathan Biabiany, un ritorno a costo zero ottimo per le nuove regole decise dalla FIGC e, sicuramente, un giocatore che può permettere anche un cambio di modulo in partita in corso. Insomma, una nuova arma tattica da sfruttare nelle occasioni giuste per Mancini.

La campagna acquisti dei nerazzurri vedrà nell’attaccante il secondo motivo di grande interesse. L’Inter è alla ricerca di una seconda punta di caratura internazionale, che sappia giocare con e per Icardi, ma anche sostituirlo nella quantità delle reti. Il primo obiettivo è Stefan Jovetic, ma il City non lo vuole cedere in prestito con obbligo di riscatto. Ci sono margini per trattare, ma ci vorrà pazienza e tempo. Piacciono anche Eder e Marco Sau del Cagliari, ma solo come alternative di basso profilo. Work in progress, ma il futuro è sempre più roseo per i nerazzurri.

Benito Letizia

Benito Letizia

Informazioni sull'autore
Direttore di Stadiosport. Giornalista Pubblicista, Laureato in Lettere Moderne e Filologia Moderna presso l’Università Federico II di Napoli. "Il calcio è vita".
Tutti i post di Benito Letizia