Calciomercato Inter: Lukaku può essere ceduto solo per 120 milioni

E’ questo il prezzo stabilito da Suning per l’eventuale partenza dell’attaccante di Anversa, sempre più protagonista con la maglia dell’Inter che con quella dei Diavoli Rossi.

120 milioni per accaparrarsi le prestazioni di uno dei top-3 pivot più forti al mondo: Romelu Lukaku. E’ la cifra fissata dalla cordata cinese proprietaria del cartellino del giocatore, per fare cassa e dare respiro alle tasche del gruppo Suning, in piena crisi finanziaria ed economica. Dietro il prezzo fissato sul mercato del belga c’è anche una questione di bilancio da risanare, chiuso pienamente in “rosso”, con un passivo di 102.4 mln di euro.

Occhi, dunque, rivolti al mercato estivo della sponda nerazzurra di Milano: Marotta e Ausilio saranno al centro di numerose trattative per sistemare la rosa (oltre ai conti) in vista della prossima stagione. Il primo obiettivo per i dirigenti è cercare di capire tra tutti chi è imprescindibile per la squadra di Conte e chi può essere sacrificabile, tenendo conto delle importanti remunerazioni che la società dovrà incassare. Certamente, il nome di Lukaku sarebbe quello più difficile da digerire in caso di una possibile cessione; motivo per cui l’Inter vuole blindare il proprio attaccante con una cifra davvero importante quanto esosa, quasi più del doppio dell’esborso richiesto dal Man United due anni fa.

Il ruolo chiave che il calciatore ha, sia in campo che nello spogliatoio, difficilmente fa ipotizzare un addio di Big-Rom, che ha dichiarato più volte di essersi innamorato di Milano e dell’Inter. C’è però un contratto in scadenza nel 2022, che dovrà essere rinnovato al più presto se non si vorrà incorrere alla beffa, oltre che al danno: quello di perderlo a parametro 0. Ma qui siamo nelle ipotesi più pessimistiche. Perchè Lukaku è felice con l’Inter e l’Inter è felice con Lukaku.

Sono già iniziate le solite indiscrezioni su quale potrà essere la prossima destinazione del belga: solo timidi sondaggi da parte di intermediari del Manchester City e del Barcellona, che con il ritorno di Laporta in presidenza, vuole rivoluzionare totalmente il settore avanzato del campo. Non a caso, ieri a Barcellona si sono incontrati i vertici blaugrana con Mino Raiola per discutere di Erling Haaland. La sensazione, però, è che sarà molto difficile per qualsiasi club poter offrire questa cifra, visti i tempi tutt’altro che idilliaci, economicamente parlando.

Equlibratore tattico, potenza, velocità, tecnica e cinismo sono solo alcune delle caratteristiche del 9, Antonio Conte lo considera l’interprete perfetto per il proprio modo di fare calcio e intorno lui ha voluto costruire una squadra. Questo per far capire quanto sia importante per l’Inter una figura imponente e prestante come la sua, su cui vorrà puntare per molti anni ancora, e magari, partendo dallo Scudetto, la possibilità di creare un ciclo vincente, in nome e sotto il segno di Romelu Lukaku.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus