Calcio in tv: documentario Sunderland ‘Til I Die su Netflix

E’ ormai arcinoto che il calcio in Inghilterra è un qualcosa di unico, viene vissuto come in nessun’altra parte del mondo, ha un che di magico, solenne, osiam dire religioso.

Ed è già successo che il cinema e/o la televisione ci racconti la meravigliosa realtà calcistica d’Oltremanica. Si pensi a pellicole divenute di culto, come la saga “Hooligans” e “Jimmy Grimble”.

Ebbene, adesso anche la ormai celeberrima piattaforma Netflix si cimenta, per la prima volta nella sua storia,  nella narrazione sportiva, e lo fa con Sunderland ‘Til I Die, un film-documentario che narra cioè la storia recente per l’appunto del Sunderland, con il periodo di declino che ha visto i Black Cats-storico soprannome dei giocatori del club-protagonisti in negativo di due retrocessioni consecutive, prima dalla Premier League-ben notoriamente la Serie A inglese-alla League Championship-ovviamente quindi la Serie B d’Oltremanica-e poi addirittura fino all’attuale League One, la terza divisione inglese-che il club non vedeva da qualcosa come 30 anni, ultima volta nel 1988-, retrocessione, questa ultima, avvenuta nella scorsa stagione, 2017/2018, periodo sul quale la serie è maggiormente incentrata.

Fonte account “Twitter” ufficiale del Sunderland AFC

Una decadenza narrata con la passione che solo il calcio inglese sa trasmettere-d’altronde il titolo è di per sé difficilmente equivocabile…-con addirittura un vaticinio religioso, la preghiera-ebbene sì !- di padre Lyden-Smith, in una chiesa piena di sciarpe bianco-rosse, un’orazione che ribadisce il concetto ormai arcinoto di quello che il calcio significhi in Inghilterra,  specie nei piccoli centri, dove essenzialmente è simbolo di unione, di comunità, quella comunità ormai sconfortata e delusa dagli inaccettabili risultati della sua squadra del cuore.

Il tutto senza dimenticare un elemento imprescindibile quando si parla di calcio inglese: il tifo, sempre caldo, appassionato, ma quanto mai crudo ed inasprito dalla delusione.

La serie-documentario va in onda a partire da Venerdì 14 Dicembre e durerà 8 puntate. 

Salvatore Sabato

Informazioni sull'autore
Laureando in chimica industriale. Da sempre devoto alla cultura e al sapere. In generale, sapere, qualunque cosa, ritengo sia sempre importante. Una grande passione per il giornalismo. Anche - ma non solo - sportivo. Fiero di collaborare ormai da tempo a questo progetto.
Tutti i post di Salvatore Sabato