Cagliari-Milan, Dichiarazioni pre-partita Pioli:”Oggi valuterò Tonali e Diaz”

L’allenatore del Milan Stefano Pioli, è intervenuto ai microfoni alla vigilia della sfida del “suo” Milan, contro il Cagliari, allenato da Walter Mazzarri.

Pioli vuole che domani la sua squadra dimostri di poter fare una prestazione di qualità e di intensità. C’è bisogno di concentrazione e di lucidità fino alla fine, senza ripetere gli errori commessi con l’Empoli, nel corso del secondo tempo.

Parlando degli avversari, l’ex tecnico di Lazio e Inter ammette che Pavoletti è pericoloso nel gioco aereo, mentre il Cagliari è una squadra che gioca in maniera molto offensiva e aggressiva. Bisognerà cercare di vincere più duelli possibili.

E’ ancora lunga la stagione, per pensare alla classifica finale. Si dovranno affrontare avversari forti, con caratteristiche diverse tra loro. Secondo l’opinione del tecnico milanista, Milan, Inter, Napoli, Juventus e Atalanta sono ancora in corsa per le primissime posizioni in classifica. Servirà mettere energia positiva in campo, in ogni match, continuando al lavorare al meglio, nel preparare ogni singola partita.

Cagliari-Milan, 30° Giornata di Serie A

Le voci da fuori e la pressione mediatica non devono spaventare o distrarre la formazione rossonera. La squadra, secondo l’idea di Pioli, dovrà pensare solamente a giocare ogni partita, per cercare di vincerne il più possibile.

L’allenatore rossonero si concentra a parlare dei singoli: Ibrahimovic sta meglio rispetto ad una settimana fa. Il minutaggio è aumentato, poi vedremo che scelte fare per domani. “Daniel Maldini non ci sarà perché ha la febbre. Oggi valuterò Tonali, che è tornato ad allenarsi, mentre Diaz ha avuto una botta e valuteremo anche lui oggi”.

Per quel che riguarda la fascia destra, lo stesso mister rossonero apprezza il grande lavoro, in fase di ripiego, di Messias e Saelemaekers, ma da loro, si aspetta anche incisività per quel che riguarda le giocate offensive.

Pioli si sofferma ad analizzare la situazione del calcio italiano, affermando: “Non avere squadre italiana nelle prime otto della Champions è sicuramente un dato negativo, ma non credo che ci manchi tantissimo. Sicuramente a livello di intensità e mentalità dobbiamo migliorare”.

Luca Meringolo

Informazioni sull'autore
Laureato in Comunicazione e Dams, collaboratore di Klichè e StadioSport. Tifoso del Milan, ma sa riconoscere gli errori della sua squadra e loda anche gli avversari per i loro meriti. Obiettivo: giornalismo imparziale!
Tutti i post di Luca Meringolo