Bundesliga: incidenti e violenza in Borussia Dortmund-Lipsia

Gravi incidenti e tanta paura in occasione della partita Borussia Dortmund- Lipsia.

Quella che doveva essere una bella sfida tra due delle squadre più in forma e ai vertici del campionato, si è trasformata in una pagina vergognosa per il calcio tedesco. 

All’origine dell’odio nei confronti del club rivelazione di questo campionato ci sarebbe la critica nei confronti della multinazionale Red Bull, proprietaria del club, e che ha portato in pochi anni il Lipsia dalle leghe regionali ai vertici della prima divisione: un’ascesa rapidissima che ha scatenato l’odio delle frange più estreme soprattutto della caldissima tifoseria giallonera.

I disordini erano cominciati già prima del match, quando un folto gruppo di tifosi del Borussia Dortmund avevano caricato la polizia e cercato lo scontro con i tifosi del Lipsia, molti dei quali erano donne e bambini: 10 feriti tra i tifosi biancorossi e 4 poliziotti feriti. Sono 28, invece, gli ultrà del Dortmund denunciati.

Nel corso della partita sono poi apparsi striscioni semplicemente vergognosi contro il direttore sportivo del Lipsia, contro la polizia e alcuni che inneggiavano ad Antonino Speziale, il tifoso catanese condannato per la morte dell’ispettore di polizia Filippo Raciti.

Una brutta pagina di sport per la civilissima Germania che si spera di dimenticare il prima possibile.