Brescia-Roma 0-3, le pagelle

Sommario
  1. LE PAGELLE

In attesa della sfida di domani tra Napoli e Milan, la Roma sigilla il quinto posto. Al Rigamonti i giallorossi si impongono 3-0 contro il Brescia. Nel primo tempo i ritmi sono bassi. Eccezion fatta per qualche imprecisione della retroguardia (Ibanez) giallorossa, le maggiori occasioni sono di marca giallorossa. Kalinic manda alto il preciso invito di Peres, mentre il sinistro di Perez, ancora uno dei migliori, finisce a lato. Nella ripresa, però, ecco le reti. Ad aprire le marcature è Fazio. Il difensore argentino è lesto nell’approfittare della dormita della difesa di casa e ribadire a rete. Il raddoppio porta la firma di Kalinic. Lancio di Perez, il croato aggancia in corsa e mette a sedere Andrenacci per poi insaccare. Il sigillo è di Zaniolo, che con un tiro di potenza, figlia dei mesi di stop, trafigge l’estremo difensore sul primo palo. Nell’ultimo quarto d’ora la Roma va vicina a calare il poker, se non fosse per la traversa prima ed il palo poi che fermano Dzeko.

Per la prima volta dalla ripresa del campionato, i capitolini chiudono con un clean sheet. Merito della bella parata di Mirante sul tiro a botta sicura e da due passi di Torregrossa. Con i tre punti conquistati, la Roma sale a +3 dal Napoli, impegnato domani nello scontro diretto con il Milan. Il Brescia, invece, vede avvicinarsi sempre di più lo spettro della retrocessione

LE PAGELLE

Mirante 6,5 – Crea qualche apprensione con i rinvii. Ma la responsabilità non è (solo) la sua. Si rifà con la parata nell’ultimo quarto d’ora su Torregrossa.

Mancini 6,5 – Non commette grandi errori. Solita partita di tanta, forse troppa, aggressività. Dal 81’ Spinazzola SV.

Fazio 6,5 – Tappa con l’esperienza le sbavature di Ibanez. Ci mette una pezza – anzi, un piede – per firmare il vantaggio

Ibanez 6,5 – Per i primi venti minuti il brasiliano è il protagonista. Dietro come davanti. In fase difensiva lascia buchi vari (e perde palla a ridosso dell’area piccola su rinvio di Mirante); in attacco, invece, non li tappa non trovando mai il giusto tempo per impattare i vari inviti che arrivano dagli angoli. Dopo la mezz’ora migliora, recuperando quanto perduto. Ha personalità. Tanta. E si vede.

Bruno Peres 6,5 – Quando si avanza, la palla passa sempre da lui. Dai suoi piedi nascono diversi cross precisi, ma non sfruttati (chiedere a Kalinic). Sorprendentemente devastante.

Diawara 6 – Si limita all’interdizione. E lo fa senza disdoro.

Pellegrini 6,5 – Spazia tra le ultime due linee. Lo fa bene, come sempre in queste partite. Sbaglia uno stop che gli avrebbe permesso di concludere a rete.

Veretout 6,5 – Sull’onda dell’entusiasmo per il gol con il Parma, tenta la conclusione da lontano. Ma è centrale. Disputa comunque una partita attenta. (Dal 67’ Villar SV).

Kolarov 6 – In salita. Nel primo tempo gioca con il freno tirato, sfiorando il gol su punizione. Dopo semplice amministrazione

Perez 7 – Si muove. E la profondità ringrazia. Vicino al gol, decide di regalarlo a Kalinic. (Dal 67’ Zaniolo 6,5: Entra e sfonda la rete. Rabbioso),

Kalinic 6,5 – Alla prima occasione buona manda alto, poi sigla il raddoppio. Sfiorando anche la doppietta in rovesciata.

Fonseca 7 – La Roma gioca, per la prima (almeno) dopo la sosta, in maniera fluida. Manca però la solita incisività. Nel primo tempo si poteva decisamente far di più. Ad ogni modo, i tre punti arrivano con il minimo sforzo.

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SISAL

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Roberto Gentili

Informazioni sull'autore
Cresciuto a pane, calcio e sport.
Tutti i post di Roberto Gentili