Borussia Dortmund e il caso Dembele: no al Barcellona e giocatore sospeso

Grandi mal di pancia in quel di Dortmund. Il francese Dembelè non si è allenato e non ha avvisato la società, che ha addirittura tentato di chiamarlo ma non ha ricevuto risposta. Che ci sia dietro il Barcellona è molto plausibile, visto che il club tedesco ha ricevuto un’offerta formale da parte dei blaugrana. Si vocifera che il giocatore abbia ormai scelto di lasciare la Germania e che volutamente non sia presentato all’allenamento come a sancire, una volta per tutte, il suo distacco dalla società. 

Il direttore sportivo Michael Zorc ha multato il giocatore e lo ha sospeso fino a lunedì 14 (salterà quindi la gara di Coppa di Germania). Difficile che lo strappo possa ricucirsi, perché il giocatore nei giorni scorsi ha dato ampi segnali di non voler più rimanere in terra tedesca: prima la rissa con il compagno di squadra, poi la “cancellazione” di ogni riferimento dal Borussia Dortmund sui suoi social, adesso la sparizione. Dembelé vuole andare al Barcellona e non c’è multa che tenga. 

Fonte immagine: 101greatgoals.com

Altro che regole ferree da rispettare e contratti in essere, le regole ormai le fanno i calciatori che possono permettersi di fare il bello e il cattivo tempo. Servirebbe un intervento “a gamba tesa” della Uefa che riportasse le società al comando delle trattative.