Boom contagi: stadi scendono dal 75% al 50% di capienza

Nuovo decreto imposto dal Governo in seguito all’aumento dei contagi Covid. Ci sarà la riduzione del 50% per gli impianti sportivi all’aperto. Quelli al chiuso al 35%. Le norme entreranno in vigore già dal 6 gennaio.

L’aumento dei contagi in Italia, che ha creato focolai anche in diverse squadre di Serie A, ha portato al ritorno di misure drastiche anche per il mondo dello sport. Quando la situazione sembrava essersi stabilizzata, la curva è aumentata notevolmente. Per questo motivo che il Governo ha deciso di emanare nuovi provvedimenti volti a diminuire il contagio. Oltre all’obbligo vaccinale per gli atletici, ci saranno misure anche per i supporters.

Con il nuovo decreto del Governo, la capienza degli stadi si ridurrà dal 75 al 50% per quelli all’aperto, mentre si pass al 35% per gli impianti al chiuso come i palazzetti. I spettatori, poi, dovranno seguire una disposizione a scacchiera. Queste nuove norme si aggiungono a quelle già esistenti per l’accesso agli impianti ossia l’obbligo della mascherina FFP2 e Super Green Pass.

Riduzione degli stadi, avvio già dal 6 gennaio

Queste nuove norme vedranno l’avvio, per il mondo del calcio, a partire dal 6 gennaio quando la Serie A ritornerà dalla sosta natalizia. Dal 10 gennaio il Governo, in un comunicato, esplicita l’utilizzo del super Green Pass:

Dal 10 gennaio 2022 fino alla cessazione dello stato di emergenza si amplia l’uso del Green Pass rafforzato alle seguenti attività: alberghi e strutture ricettive; feste conseguenti alle cerimonie civili o religiose; sagre e fiere; centri congressi; servizi di ristorazione all’aperto; impianti di risalita con finalità turistico-commerciale anche se ubicati in comprensori sciistici; piscine, centri natatori, sport di squadra e centri benessere anche all’aperto; centro culturali, centro sociali e ricreativi per le attività all’aperto“.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Cesare Tartaglione

Informazioni sull'autore
"Non c'è altro posto al mondo dove l'uomo è più felice che in uno stadio di calcio" Classe 96. Nutro una vera venerazione per il calcio e una profonda passione per la scrittura e la libertà di espressione. Insegnante e divoratore di libri. Open minded.
Tutti i post di Cesare Tartaglione