Benevento – Inter 2-5, voti e pagelle: Hakimi e Lukaku in forma, male Kolarov e Handanovic

In un altra partita piena di gol, l’Inter vince 5-2 contro il Benevento al Ciro Vigorito nel recupero della 1° giornata di campionato. Partita virtualmente chiusa già nel primo tempo con la doppietta di Lukaku e le reti di Gagliardini e Hakimi. Nella ripresa sigillo di Lautaro. Per i campani doppietta di Caprari. Nerazzurri a punteggio pieno.

Per il recupero della prima giornata di campionato contro il Benevento, Conte opera 7 cambi rispetto all’11 partito contro la Fiorentina. Confermato Handanovic tra i pali, tornano titolari de Vrij e Skriniar mentre seconda da titolare per Kolarov. A centrocampo confermato il solo Young sull’out sinistro, mentre partono dall’inizio Sensi, Gagliardini, Vidal e Hakimi sulla destra. Confermato Lukaku, Sanchez al posto di Lautaro Martinez. Benevento con Montipò, Maggio, Glik, Caldirola e Barba in difesa. Ionita, Schiattarella e Dabo a centrocampo. Insigne, Moncini e Caprari in attacco.

Pronti via e l’Inter è subito in vantaggio: sventagliata di Kolarov, triangolo semplice tra Sanchez e Hakimi e cross per il tap-in facile di Lukaku per lo 0-1. L’Inter controlla il gioco e il possesso, ha buon ritmo e le trame offensive variano sia dal classico sfogo sugli esterni (ottimo Hakimi sulla destra) sia per giocate centrali, con Sensi a svariare sulla trequarti e la coppia Vidal – Barella a fare da diga. Il Benevento fa quel che può, ma l’atteggiamento troppo remissivo aiuta l’Inter che al 25° raddoppia: sponda di testa di Young su cross di Hakimi, a rimorchio arriva Gagliardini che di sinistro fa 0-2.

Poco dopo è 0-3, con Lukaku che approfitta di un errore in rinvio di Montipò, Al 34° il Benevento accorcia con Caprari, sfruttando una leggerezza in fase di disimpegno di Hananovic. Poco male, Hakimi al 42° timbra il 2-4 su cross di Young e da due passi infila in porta. La differenza tecnica c’è, ma l’Inter è convinta e sicuramente più equilibrata tra i reparti, anche grazie a una difesa più collaudata e non inedita rispetto al match con la Fiorentina.

La ripresa racconta una partita già chiusa per l’Inter che si limita a gestire pur non disdegnando altre sortite offensive (saranno due i legni dei nerazzurri con Gagliardini e Eriksen), più una rete divorata da Perisic. Comunque pur mai in discussione, la seconda frazione è attiva per occasioni e gol: i padroni i casa colpiscono il palo con Moncini, Lautaro fa 1-5, Caprari trova la doppietta personale (errore di Kolarov a inizio azione) e Lapadula ha la chance di battere Handanovic ma lo sloveno mura. Finisce 2-5 per l’Inter, prestazione convincente e lucida dei nerazzurri.

VOTI E PAGELLE

TOP INTER

HAKIMI 7.5: In una partita e mezzo ha già messo a referto due assist e un gol. Mica male. Pronti via e serve l’assist per Lukaku per lo 0-1, poi tanta corsa e tanta velocità e 1 gol, un fattore sulla destra. a vedere certamente con avversari più probanti, ma il materiale c’è e si sapeva.

LUKAKU 7: Soffre meno ovviamente con la difesa del Benevento ed è più libero di fare quello che gi viene meglio. Dopo neanche 50 secondi è al posto giusto per lo 0-1 e raddoppia poco prima della mezzora. Lavora meno, ma si adatta a un match che è subito in discesa.

FLOP INTER

KOLAROV 5: Non benissimo le prime partite da titolare per l’ex Roma. Bene in fase d’impostazione, quando c’è però da difendere soffre troppo in velocità ed è disattento in marcatura. Sua colpa il 2-5 del Benevento. Putrà essere una riserva importante, ma non un titolare.

HANDANOVIC 5: qualche buon intervento, evita il gol a Lapdula di un eventuale e assurdo 3-5, ma regala il primo gol per i padroni di casa per un suo disimpegno sbagliato e guarda il tiro di Caprari senza fare nulla nel 2-5. Non sembra dare più sicurezza, poco reattivo e attento.

Migliori Bookmakers AAMS

FASTBET

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Eurobet

10€ Bonus Scommesse al Deposito

SISAL

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Riccardo Tanco

Informazioni sull'autore
Classe 1993, abito nella provincia di Milano. Tifoso dell'Inter. Giocatore preferito: Adriano
Tutti i post di Riccardo Tanco