Il Benevento è in grande salute. E il Verona resta nel mirino

La gara, classifica alla mano, sarebbe dovuta essere piuttosto agevole. Ma un derby, si sa, è sempre un derby. Questa la fotografia perfetta dell’occasione sciupata dal Benevento nell’ultimo turno sul campo dell’Avellino. I Lupi venivano da due KO di fila e da una situazione quasi disperata, in piena zona retrocessione, mentre i sanniti viaggiavano spediti verso le zone altissime della graduatoria. Alla fine è arrivato un 1-1 che ha scontentato un po’ tutti.

Chibsah-Benevento

Per i giallorossi, però, le cose non sono affatto peggiorate. Anzi, la contemporanea sconfitta della capolista Verona nell’altro derby di giornata sul campo del Vicenza ha fatto sì che Chibsah e compagni recuperassero un punto proprio agli scaligeri, ora distanti soltanto due lunghezze e nel mirino anche di Spal e Frosinone.

La prossima sfida al “Vigorito” contro l’Ascoli sarà l’occasione ideale per tornare a mettere nel proprio motore altri tre punti e non perdere contatto con la prima posizione. Contando su un primato ancora intatto e a dir poco invidiabile: quello del maggior numero di punti messi a referto tra le mura amiche (23 in nove incontri, zero sconfitte all’attivo).