Bayer Leverkusen-Juventus, Sarri: “Domani mi aspetto una risposta importante sul nostro livello di mentalità”

Le parole dell’allenatore della Juventus Maurizio Sarri alla vigilia della sfida di Champions League contro il Bayer Leverkusen. Nonostante la squadra sia già prima e qualificata, il tecnico toscano si aspetta una risposta importante sul piano mentale.

Domani alle ore 21:00 la Juventus sarà di scena alla Bay Arena per affrontare il Bayer Leverkusen nell’ultima giornata della fase a gironi. I bianconeri sono già sicuri della qualificazione e del primato e molto probabilmente ci sarà un ampio turnover.

Diverso, invece, è il discorso per il Bayer che dovrà per forza vincere e sperare in una debacle casalinga dell’Atletico per qualificarsi agli ottavi. Ecco perché Maurizio Sarri in conferenza stampa ha spiegato come anche domani vorrà fare risultato e non fare una figuraccia che a livello europeo non fa mai bene.

Il tecnico toscano è molto interessato alla partita di domani, dove si aspetta dalla squadra una risposta sul piano mentale. Quando non ci sono obiettivi concreti, giocare una partita è sempre complicato e per Sarri è un buon test per capire come risponderà la squadra psicologicamente: ” Abbiamo la fortuna e l’onore di giocare in Champions e va onorata e domani mi aspetto una risposta importante sul nostro livello di mentalità. Ossia la capacità di fare una partita di livello senza alcun obiettivo materiale apparente. Dico apparente perché poi le partite sono tutte importanti. Voglio una partita su grandi livelli di applicazione e motivazione, poi il risultato può venire o no, ma questo non deve inficiare la nostra prestazione”

Messaggio chiaro da parte di Sarri ai suoi giocatori che il tecnico toscano ha difeso affermando come la squadra sia serena e non ha fatto drammi per la sconfitta di domenica contro la Lazio. Per la partita di domani, Sarri dovrebbe optare per un turnover ampio con entrambi i difensori centrali out e con Buffon in porta, mentre saranno titolari Pjanic Cuadrado che non ci saranno contro l’Udinese. Potrebbe partire ancora una volta dalla panchina Rabiot che per Sarri deve ancora tornare in forma dopo l’infortunio. Il tecnico bianconero ha fatto sapere come la decisione di tenerlo fuori non è affatto una bocciatura: “Rabiot viene da un infortunio, come tutti quelli che vengono da un altro campionato ha bisogno di un po’ di tempo. Deve migliorare, poi è stato fuori per un infortunio e ora sta riprendendo. Non l’abbiamo bocciato, anzi, ci puntiamo tanto perché le potenzialità sono di buon livello”

Vincere domani, o quantomeno uscire dalla Bay Arena con un pareggio, per Sarri significherebbero 22 partite senza sconfitte in Europa. Il tecnico toscano ha fatto gli scongiuri sorridendo ed ha risposto con una battuta, dichiarando che se non dovesse fare risultato se la prenderà a morte con i giocatori. Sarri ha poi ricordato la partita più importante giocata da lui in Europa: “La partita che ricordo più volentieri ovviamente è la finale, quella che ti porta a vincere un trofeo europeo. E’ quella la partita, poi spero che la striscia sia talmente lunga che spero che ce ne sia una ancora più importante, ma al momento è quella.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

15€ Bonus Benvenuto Scommesse al Deposito

Fastbet

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Danilo Servadei

Informazioni sull'autore
Laureando in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Aspirante giornalista con la passione per il calcio estero e l'amore per quello giapponese
Tutti i post di Danilo Servadei