Barcellona: ecco Valverde come cambia con Coutinho

Il clamoroso affare che ha vestito Philippe Coutinho di blaugrana ha portato nelle casse del Liverpool 160 milioni di euro (140 più 20 di bonus) e mille dubbi per Klopp, improvvisamente privato del suo miglior giocatore e obbligato a ridisegnare lo schema tattico dei suoi, e altrettanti ne porterà anche al tecnico del Barcellona Valverde, che dovrà ora inserire in un meccanismo altrettanto collaudato un giocatore di straordinario spessore che avrà un impatto non indifferente. Dove giocherà il talentuoso brasiliano?

Trequartista di piede destro, agile e veloce, negli anni inglesi si è trasformato in un devastante esterno sinistro molto bravo nell’accentrarsi per andare al tiro. Pertanto giocherà in quel ruolo visto che gli schemi Barcellona non prevedono l’uso del trequartista. Tuttavia, Valverde ha già due uomini nel ruolo di esterno sinistro: uno è Gerard Deulofeu, che diventerebbe la terza scelta e verrebbe dopo Ousmane Dembelé, arrivato questa estate dal Borussia Dortmund alla modica cifra di 105 milioni (più, pare, 40 di bonus).

Il francese è appena tornato in campo dopo quattro mesi di riposo forzato e difficilmente potrà essere accantonato, per cui il tecnico, che in questi mesi ha optato il 4-4-2, dovrà cambiare ancora. Se volesse optare ancora per il modulo utilizzato finora, Coutinho, non utilizzabile in Champions League avendola già disputata con il Liverpool, potrebbe giocare come mezzala facendo rifiatare di volta in volta Iniesta e Rakitic, che rifiaterebbero a turno.

Se si tornasse, invece, al solito 4-3-3, il brasiliano potrebbe continuare a fare l’esterno sinistro alternandosi con Dembelé fino a quando il l’ex giallonero non avrà ritrovato la condizione, ma potrebbe addirittura andare a ricoprire il ruolo di interno di centrocampo andando a posizionarsi davanti a Busquets per fungere da cerniera tra attacco e centrocampo.

Ludovico Maiorana

Informazioni sull'autore
Sono Ludovico Maiorana, ho 33 anni, quasi 34, e sono di Barcellona Pozzo di Gotto. Sono laureato in Scienze Storiche e scrivo per Stadiosport.it.
Tutti i post di Ludovico Maiorana