Barcellona-Napoli 3-1, dichiarazioni post-partita Gattuso: “Se vogliamo davvero crescere, non possiamo concederci blackout iniziali di questo genere”

Termina 3-1 per il Barcellona il match contro il Napoli valido per il passaggio ai quarti di Champions League. Per i blaugrana decisive le reti di Lenglet, Messi e Suarez. Insigne a fine primo tempo accorcia per gli azzurri dal dischetto, ma non basta.

Un Rino Gattuso molto amareggiato ha così analizzato il match: “Mezz’ora di blackout ci ha segnato una partita intera. Sono comunque soddisfatto della prestazione fatta dai ragazzi, venire a Barcellona e terminare la partita con più possesso palla degli avversari e maggior numero di tiri in porta non è roba da poco”.

Sugli avversari: “Su Messi c’è poco da dire, lo conosciamo bene tutti. Anche sui suoi compagni la storia è simile. Parliamo di una squadra che scende in campo con un undici dal valore complessivo di circa 600-700 milioni. Spiace più che altro aver subito gol da angolo, anche se molto dubbio”.

Gennaro Gattuso, 42 anni, allenatore del Napoli

Mentalità di squadra: “Dobbiamo crescere in diversi aspetti se davvero abbiamo l’ambizione di diventare grandi. Se si guardano le statistiche sembra non ci sia stata partita, invece mezz’ora di nulla ci ha condannati. Non va bene”.

Pirlo alla Juventus: “Beato lui che comincia con la Juve, ma ora sono fatti suoi. Il nostro è un lavoro fatto di tanto studio, lavoro e poche ore di sonno notturne. Non sarà una passeggiata”.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Orazio Redi

Informazioni sull'autore
Giornalista pubblicista, laureato in Scienze della comunicazione. Amante, sin da piccolo, di calcio e analisi dei linguaggi giornalistici. La citazione, che definisce perfettamente la mia ambizione, è questa qui di Steve Jobs: "L'unico modo per poter fare un ottimo lavoro sta nell'amare ciò che si fa. Il segreto è non accontentarsi mai e inseguire fino alla fine i propri sogni".
Tutti i post di Orazio Redi