Atalanta-Napoli, 1-2, voti e pagelle: Milik entra e segna il gol decisivo per 3 punti importantissimi

Nel posticipo di lunedì sera il Napoli batte l’Atalanta per 2 a 1 con una rete nei primi due minuti di Fabian Ruiz su fantastico assist di Insigne e con un gol nel finale importantissimo, messo a segno dal polacco Arek Milik. Nuovamente i cambi di Ancelotti hanno giovato sul risultato di una partita non giocato in maniera eccelsa.

Voti e pagelle

Atalanta

Berisha 6 – A inizio gara si fa sorprendere dalla conclusione di Fabian Ruiz e nel finale non esce sul gol di Milik e rimane nella terra di nessuno, in compenso fa egregiamente il suo dovere su Insigne.

Mancini 5,5 – Il vizio di varcare la metà campo avversaria lasciando incustodita la propria difficilmente se lo toglierà in tempi brevi. (Tumminello s.v.)

Palomino 5,5 – Grande partita di sacrificio la sua, nel finale è molto stanco e non riesce a contenere Milik che può così gonfiare la rete

Masiello 6 – Impedisce a Callejon di servire Mertens a pochi passi da Berisha, senza Toloi la responsabilità della difesa ricade sulle sue spalle.

Hatebour 6,5 – Abbiamo perso il conto delle volte in cui si è affacciato in avanti facendosi vedere spesso dalle parti di Ospina. E quanto corre! Instancabile, consuma il campo correndo come un pazzo scatenato.

De Roon 6 – Molto lavoro dietro le quinte per il centrocampista olandese che smista palloni e orchestra la manovra. Come suo solito.

Freuler 6 – Partecipa alle manovre offensive della Dea anche se poteva sfruttare meglio i palloni che gli arrivano, se la cavicchia anche in difesa.

Gosens 6 – Non smette mai di aggredire i portatori di palla avversari e quando trova spazi sulle corsie esterne non si fa certo pregare.

Papu Gomez 6 – In assenza di Ilicic tocca a lui fare il trequartista, giocando più lontano dalla porta il gol resta una chimera e le poche volte che il numero 10 dell’Atalanta si affaccia in avanti i difensori del Napoli gli prendono sempre le misure.

E. Rigoni 6 – Un paio di ottime giocate sulle fasce e lo zampino sul gol del 1-1, niente male per uno che non giocava da tempo. (Valzania 5,5 –Non si esprime al meglio, forse per colpa dell’emozione)

D. Zapata 7 – Il gol è il giusto e meritato premio per una prestazione da incorniciare, forse De Laurentiis si è pentito di averlo lasciato andar via senza pensarci più di tanto.

All. Gasperini 6 – Pur dovendo fare a meno di uomini chiave come Toloi e Ilicic è convinto di poter tenere testa al Napoli, in effetti senza il gol a freddo di Fabian Ruiz chissà che piega avrebbe preso il match.

Napoli

Ospina 6 – Il fatto che in porta ci sia lui o un altro potrebbe non fare alcuna differenza, anche stasera non si ricordano interventi decisivi da parte sua, se non su un tentativo del solito Zapata.

Maksimovic 5,5 – Si fa prendere troppo facilmente dal panico appena vede qualcuno dell’Atalanta venirgli incontro. (Hysaj 6 – Rappresenta l’usato sicuro che non tradisce mai, soprattutto nei finali di partita)

Albiol 6,5 – Mura Freuler e Zapata che cercavano la via del gol e invece hanno trovato il numero 33 del Napoli, sempre presente e attento nella sua trequarti.

Koulibaly 6 – Con un gran recupero chiude Hateboer in calcio d’angolo ma poi si fa umiliare da Zapata che lo lascia più volte sul posto.

Mario Rui 7 – Con quattro chiusure decisive toglie le castagne dal fuoco a Ospina, se continua a giocare su questi livelli il povero Ghoulam, ormai pienamente guarito, sarà destinato a fare la muffa in panchina.

Callejon 5,5 – Deve ancora abituarsi alla nuova posizione arretrata, perde l’equilibrio dentro la sua area di rigore e spiana la strada al momentaneo pari degli avversari.

Allan 6,5 – Al netto di qualche pallone perso è sempre al posto giusto nel momento giusto, nel recupero fa rifiatare i suoi conquistando preziosi calci piazzati.

Hamsik 6,5 – Grinta, tenacia, cattiveria: le qualità che contraddistinguono un giocatore degno di indossare la fascia di capitano del Napoli.

Fabian Ruiz 6,5 – Allo spagnolo bastano meno di due minuti per trovare la via del gol, peccato che successivamente manchi l’appuntamento con la doppietta che gli avrebbe consentito di mettere i tre punti in cassaforte. E alzare il voto in pagella. (Zielinski 6 – Forse sarebbe dovuto entrare prima per poter fare ancora meglio la differenza)

Mertens 5,5 – Meno brillante del solito il belga che forse non ha recuperato completamente dalle fatiche di Champions. (Milik 7,5 –All’attaccante polacco bastano pochi secondi per lasciare il segno e regalare tre punti a un Napoli che stava cominciando a rassegnarsi al pareggio)

Insigne 7 – In campo aperto è devastante, l’Atalanta se lo dimentica e il numero 24 può confezionare l’assist su misura per Fabian Ruiz. Successivamente prova a lasciare il segno in prima persona ma Berisha gli nega la gioia del gol.
All. Ancelotti 7,5 – Ennesima partita vinta grazie ai cambi, ne sa davvero una più del diavolo.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

15€ Bonus Benvenuto Scommesse al Deposito

Fastbet

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus