Atalanta-Juventus, Pirlo: “Pronti per domani. Futuro? Penso solo a fare bene il mio lavoro”

L’allenatore della Juventus Andrea Pirlo ha parlato in conferenza stampa alla vigilia della finale di Coppa Italia contro l’Atalanta. Il tecnico esclusivamente concentrato sulla partita di domani e non sul suo futuro.

Domani alle ore 21:00 atto conclusivo della Coppa Italia al Mapei Stadium di Reggio Emilia dove si affronteranno Atalanta Juventus.

In campionato, l’Atalanta è rimasta imbattuta contro la Juventus pareggiando a Torino 1-1 e vincendo a Bergamo 1-0 nel finale, con i bianconeri che vorranno di certo vendicare questa sconfitta. I bergamaschi vogliono, invece, ottenere un’altra vittoria e conquistare la seconda Coppa Italia della loro storia.

Le due partite in Serie A tra le due formazioni sono state molto equilibrate ed Andrea Pirlo si aspetta una gara simile a quelle di campionato. Il tecnico bianconero, oggi in conferenza stampa, ha affermato come la sua squadra è pronta per questa finale: “Quando incontri l’Atalanta sai come va a finire è una squadra che ti porta ad alzare il ritmo e gioca cn grande intensità e ti porta a fare una partita quasi a livello europeo. Siamo pronti per questo, li conosciamo e loro conosco noi e sappiamo a cosa andremo incontro domani. Non credo sarà diversa dalle altre due”.

In campionato la Juventus è ancora in corsa per la Champions League e nell’ultima giornata affronterà un Bologna libero da qualsiasi pensiero. La mente della squadra, però, è tutta proiettata in questa finale, con Pirlo che ha affermato come nessuno stia pensando alla gara di domenica“Semplice perché noi pensiamo solo alla partita di domani che è una finale e ce un trofeo da alzare. Al resto penseremo da giovedì quindi siamo concentrati solo su questa partita perché ci siamo guadagnati questa finale sul campo, battendo l’Inter in semifinale, adesso abbiamo grande voglia di portare questo trofeo a casa che è la Coppa Italia”.

Per quanto la formazione che scenderà in campo domani, Pirlo avrà ampia scelta visto che mancheranno solo due giocatori. Oltre allo squalificato Alex Sandro, infatti, si è aggiunto all’ultimo Bonucci che ha riportato un problema al ginocchio e Pirlo ha annunciato il suo forfait in vista di domani. Il tecnico bianconero ha poi affermato come quanto successo domenica non influenzerà in alcun modo il gruppo che dovrà stare al 100% concentrato sull’Atalanta. Pirlo non ha voluto sciogliere le riserve in vista di domani e solo a poche ore dal fischio d’inizio deciderà quale formazione mandare in campo.

Quella di domani sarà la prima partita del 2021 in Italia con il pubblico sugli spalti, simbolo che l’incubo COVID-19 stia finalmente per terminare. Pirlo si è detto molto contento della cosa, sottolinenando come la differenza nel giocare con o senza pubblico si sia sentita, visto che la Juventus in Champions ha giocato in stadi dove era permesso entrassero persone: “Si questa è una cosa bella e entusiasmante. Noi quest’anno in Champions abbiamo avuto la fortuna di giocare con il pubblico e si nota la differenza. Ci sono squadre che sono abituate ad avere pressioni e tifosi che ti spingono perché ti possono far alzare l’attenzione e dare entusiasmo. Noi siamo una squadra che ha bisogno di questo per farci alzare la pressione che purtroppo qualche volta è mancata”.

Non poteva mancare una domanda sul suo futuro, con Pirlo che si è detto ancora una volta tranquillo e concentrato puramente sulla partita di domani: “Vi ho già risposto mille volte su queste domande. Penso a far bene il mio lavoro e a finire questa stagione alla grande cercando di vincere la finale di domani e cercando di vincere la partita di domenica. Per il futuro ci sarà tempo per parlarne”.

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Danilo Servadei

Informazioni sull'autore
Laureando in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Aspirante giornalista con la passione per il calcio estero e l'amore per quello giapponese
Tutti i post di Danilo Servadei