Atalanta-Juventus 2-2, voti e pagelle: bene Conti ed i portieri, deludono Spinazzola, Mandzukic e Cuadrado

La Juventus manca il primo match point scudetto sprecando una ghiotta occasione a Bergamo sul campo dell’Atalanta. Gli uomini di Gasperini approfittano di una Juventus spenta nei primi 45 minuti di gioco ma calano nella ripresa, con i bianconeri capaci di ribaltare il risultato. Nei minuti finali però, succede l’impensabile, la squadra di Allegri pasticcia in difesa e subisce il gol del pari. Un punto prezioso per i nerazzurri che mantengono vivo il sogno Europa League.

Massimiliano Allegri conosceva benissimo le insidie che questo match poteva riservare, alla vigilia di un importante appuntamento di Champions League, contro una squadra giovane e in salute, che sta ancora lottando per un grande obiettivo personale.

Tuttavia il primo tempo della Juventus è da dimenticare, con i bianconeri che si limitano a contenere la velocità e le verticalizzazioni improvvise dei giocatori dell’Atalanta guidati per l’occasione dal Papu Gomez, preferito come falso nueve a Petagna.

I bianconeri creano poco e sbagliano tanto da un punto di vista tecnico non riuscendo mai ad essere realmente pericolosi, ma il vantaggio dell’Atalanta, firmato da Conti, arriva comunque inaspettato, proprio allo scadere del primo tempo.

Nella ripresa, si attende la reazione della Juventus che non tarda ad arrivare: Dybala si fa più pericoloso, Masiello che lo marca ad uomo da inizio match, inizia a sentire la stanchezza e si aprono più spazi per la vena inventiva bianconera.

Due errori di Spinazzola ( un suo autogol e una mancata copertura su Dani Alves) permettono alla Juventus, alla quale manca un rigore per fallo di mano di Toloi, prima, di rientrare nel match e poi di passare in vantaggio, con la possibilità di mettere una seria ipoteca sul discorso scudetto.

Ma la versione bianconera di Bergamo è croce e delizia, e in modo ancora più inaspettato rispetto al primo tempo, anche nei minuti finali del match arriva la rete rocambolesca dell’Atalanta grazie a Freuler, ancora a segno dopo il gol al Bologna la scorsa settimana.

Una partita e una lezione utile alla Juventus per imparare dagli errori difensivi e dalla disattenzione generale che ha portato ai due gol e al beffardo risultato, per evitare simili scivoloni nel fondamentale scontro di mercoledì sera.

TABELLINO

ATALANTA (3-4-2-1): Berisha; Toloi, Caldara, Masiello; Conti, Cristante, Freuler, Spinazzola (85′ Petagna);Hateboer, Kurtic (66′ Kessie); Gomez. A disposizione: Rossi, Gollini, Bastoni, D’Alessandro, Migliaccio, Raimondi, Grassi, Paloschi, Cabezas, Mounier. ALLENATORE: Gasperini.

JUVENTUS (4-2-3-1): Buffon; Dani Alves (86′ Barzagli), Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Pjanic, Khedira, Cuadrado (79′ Lichtsteiner) Dybala (88′ Lemina), Mandzukic; Higuain. A disposizione: Neto, Audero, Benatia, Mattiello, Marchisio, Asamoah, Sturaro, Rincon, Mandragora. ALLENATORE: Allegri.

ARBITRO: Guida.

MARCATORI: 45′ Conti (A), ’50 Spinazzola (Autogol, A), 83′ Dani Alves (J), 89′ Freuler (A).

AMMONITI: Freuler, Conti, Gomez (A), Cuadrado, Dani Alves (J).

 

MIGLIORI

Conti e Freuler 7: entrambi ancora a segno dopo il match dello scorso sabato contro il Bologna, sono il simbolo dell’Atalanta di queste ultime giornate. Il primo spinge costantemente sulla sua fascia e ripiega altrettanto bene, contenendo la fisicità dirompente di Mandzukic come a pochi è riuscito in questa stagione. Lo svizzero invece, lotta a centrocampo con forza e resistenza fisica e si inserisce continuamente in area, mettendo più volte in difficoltà i difensori in uscita, fino al gol che regala un preziosissimo punto ai suoi.

Buffon e Dani Alves 7: in una serata opaca, i due giocatori più esperti sono quelli che provano a risollevare la squadra dopo un deludente primo tempo. Le parate di Gigi ormai non stupiscono più, ma è decisivo in diverse occasioni. Il brasiliano invece spinge a tutta fascia mettendo seriamente in difficoltà Spinazzola e riesce anche a trovare la gioia del gol che poteva essere decisivo per lo scudetto.

Caldara e Berisha 6,5: il futuro bianconero fa a sportellate per tutto il match con Higuain, uscendo il più delle volte vincente dal duello con il bomber argentino. Lucido e preciso negli interventi, dimostra ancora una volta perché la Juventus gli ha messo gli occhi addosso da tempo, accaparrandoselo già per il futuro. L’albanese invece è autore di alcune pregevoli parate su Dybala, Khedira e Higuian che tengono a galla i suoi nel momento di maggior difficoltà nella ripresa.

PEGGIORI

Cuadrado, Mandzukic, Chiellini 5,5: serata storta per Cuadrado e Mandzukic e si nota fin dalle prime battute. Il colombiano appare svogliato e indisponente e non si crea mai pericoloso nei pochi tentativi offensivi; il croato invece, probabilmente  già con la testa alla battaglia di mercoledì sera, appare in debito di ossigeno e soffre la gamba di Conti. Il Chiello invece pasticcia più volte in uscita con il pallone e  appare meno sicuro e preciso nei suoi interventi, concedendo in più di un’occasione, delle grandi chances agli avversari.

Spinazzola 5: vero protagonista in negativo della splendida serata della sua squadra, è goffo e sfortunato in occasione dell’autogol, ma ha piena responsabilità sulla rete di Dani Alves. In più soffre sulla sua fascia, senza riuscire quasi mai a mostrarsi nella metà campo bianconera.

 

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

Bonus di Benvenuto fino a 105€

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus