Argentina, Dybala e Icardi verso l’esclusione dal Mondiale: Sampaoli ha ragione?

Il ct Sampaoli ha usato parole molto dure nei confronti di Dybala ed Icardi, che potrebbero essere esclusi dalla lista dei convocati dell’Argentina ai Mondiali in Russia 

Mancano poche ore all’amichevole di lusso tra Argentina ed Italia all’Old Trafford di Manchester, in Inghilterra, che darà inizio al nuovo ciclo della nazionale italiana, dopo il fallimento della non qualificazione e all’esclusione dai Mondiali, e dirà molto sulle possibili ambizioni della nazionale argentina per la spedizione in Russia

La conferenza stampa di Jorge Sampaoli ha però sortito grande perplessità negli addetti ai lavori. Infatti, il ct dell’Argentina ha praticamente escluso quasi definitivamente Paulo Dybala e Mauro Icardi, accusati di non essere riusciti ad adattarsi ed amalgamarsi con il resto del gruppo, oltre ad essere ritenuti quasi inadatti all’idea di calcio dell’ex ct del Cile ed ex tecnico del Siviglia

Da una parte, Dybala non convince per la sua anarchia tattica, ma Sampaoli sa che l’Argentina non può fare a meno della sua classe, soprattutto perché non ha un vero e proprio giocatore alternativo a Lionel Messi, ritenuto il fulcro del gioco della squadra, e difficilmente non può rimanere folgorato dalle sue prestazioni con la Juventus

Dall’altra, invece, Icardi era stato scelto dal nuovo staff tecnico della nazionale argentina come l’attaccante prescelto per aprire il nuovo ciclo, deludendo però le aspettative e non riuscendo a replicare il killer instinct mostrato con l’Inter, dando vita all’ormai caso legato alla scelta di Lucas Pratto e Diego Benedetto al suo posto. 

E’ pure vero che con l’esplosione di Lautaro Martinez, il ritorno a grandissimi livelli di Sergio Aguero e l’ingombrante presenza dell’inossidabile Gonzalo Higuain qualcuno pur deve rimanere fuori, a patto che la squadra non venga in qualche modo depauperata dei suoi migliori effettivi. 

Se in Argentina sono tutti abbastanza d’accordo con Sampaoli nella scelta di escludere Dybala e Icardi, in Italia lo considerano un eretico, quasi un blasfemo. Quel che è certo è che questa è l’ultima possibilità per la generazione d’oro della nazionale argentina di vincere il Mondiale, dopo averlo visto sfumare quattro anni fa. 

 

Benito Letizia

Informazioni sull'autore
Direttore di Stadiosport. Giornalista Pubblicista, Laureato in Lettere Moderne e Filologia Moderna presso l’Università Federico II di Napoli. "Il calcio è vita".
Tutti i post di Benito Letizia