Alex Zanardi vittima di un incidente: gravi le sue condizioni

Un incidente è un rischio calcolato per un pilota ma Alex Zanardi ne è stato purtroppo nuovamente vittima proprio in queste ore. L’ex pilota di Formula 1 era impegnato in una delle tappe di staffetta olimpica in handbike quando si è scontrato con un mezzo pesante. Siamo in attesa di conoscere il suo stato di salute ma purtroppo sembra che le sue condizioni siano serie.

L’ex pilota di Formula 1 Alex Zanardi. Fonte: Pinterest

Alex Zanardi: l’ incidente

Il 53 enne Alex Zanardi è uno degli sportivi più amati del nostro paese. Infatti, Zanardi si è sempre distinto per il suo carattere forte e determinato e per il suo amore per lo sport. Quando un incidente lo ha portato dalla Formula 1, l’ex pilota si è concentrato sulle Paralimpiadi. Purtroppo, ancora una volta, è stato tradito dallo sport.

Zanardi era sulla statale 146, nei pressi del comune di Pienza, situato in Val d’Orcia. L’atleta , infatti, era attualmente impegnato nella staffetta ‘Obiettivo Tricolore’, una staffetta riservata a tutti coloro che sono in bici, handbike o carrozzina sportiva. L’incidente poi si è verificato all’improvviso, sembra infatti che sia avvenuto a causa di un contatto con un mezzo pesante. A questo punto è intervenuto immediatamente un elisoccorso, che ha trasportato velocemente Zanardi all’Ospedale Le Scotte di Siena.

Le condizioni

Sembra che le sue condizioni di salute siano purtroppo gravi, in quanto Alex Zanardi è stato ricoverato con il codice 3, corrispondente al codice azzurro. L’ ex pilota di Formula 1 non sarebbe quindi in pericolo di vita ma comunque è grave. ‘Il Messaggero’ ha descritto la condizione usando queste parole :’La condizione stabile senza rischio evolutivo con sofferenza e ricaduta sulla stato generale che solitamente richiede prestazioni complesse”. I medici parlano di politrauma. Zanardi è stato sottoposto ad un intervento di stabilizzazione.

Attualmente non si sa di più poichè il prossimo bollettino medico è previsto per domani mattina ma ci stringiamo attorno a lui ed ai suoi familiari, nella speranza che vada tutto bene e che Alex ritorni più forte di prima. Siamo tutti con te, Alex.