Ajax-Juventus 1-1: bianconeri tenaci contro il fuoco della passione giovanile dei Lancieri

E’ stata una Juventus formato Champions quella che si è vista alla Johan Cruijff Arena. 

Ritorna Cristiano Ronaldo, e lo fà subito a pieno regime dopo il lungo stop, fra acciacchi e riposo precauzionale. 

E lo fà con ciò che sa far meglio, segnare. CR7 si prende il centro dell’attacco e si sà, lasciargli anche solo pochi centimetri può essere fatale. 

La difesa dell’Ajax gliene lascia fin troppi, un buco centrale in un raro svarione di una partita molto ordinata per gli olandesi si trasforma in un incubo a fine primo tempo, con Cancelo che crossa al centro per il fuoriclasse connazionale il cui tuffo di testa non lascia scampo a Onana.

Il tuffo vincente del portoghese, fonte account “Twitter” “Football Tweet”

In un match contro una squadra di giocatori giovani, freschi e ben dotati tecnicamente, non è vincente puntare sui muscoli.

Vedasi la prova in ombra di Mario Mandzukic, ben lontano dal gladiatore che siamo abituati veder lottare praticamente in ogni zona del campo. 

Di contro se la cava molto bene Bernardeschi, sempre più in crescita.

L’ex viola dimostra una grande poliedricità nel partecipare alle avanzate bianconere in fase di possesso palla-è sua la prima occasione della partita, sfiora il gol con un gran sinistro da fuori-e in fase di non possesso sa ripiegare molto bene per interdire le avanzate dei padroni di casa.

Avanzate sempre molto ordinate per i ragazzi di Ten Hag, che all’esuberanza giovanile-corrono come dei diavoli, il doppio rispetto agli uomini di Allegri-aggiungono un certo rigore tattico.

I padroni di casa creano sempre alta densità intorno al pallone, con il pressing dei vari De Jong, Ziyech-ottima partita, sempre più rivelazione-Schone.

La fase di interdizione centrale dei lancieri apre il campo alle fasce laterali dove giganteggiano a destra lo stesso Ziyech e a sinistra un’altra grande rivelazione, Tagliafico. 

I bianconeri-solo in nero per l’occasione-hanno da faticare contro i ritmi altissimi imposti dai lancieri, tanto che ci casca Cancelo-a parte l’assist per il gol del vantaggio, la sua è stata una prova insufficiente-che si fa rubar palla da Neres autore del bellissimo gol definitivo.

ma si difendono tuttavia bene, ottima prova di Daniele Rugani che non fà rimpiangere più di tanto capitan Chiellini, mentre da segnalare dall’altra parte la splendida prestazione dell’altro centrale, Matthijs De Ligt, si capisce come mezza Europa lo insegua-compresa la stessa Juve.

La Juve vede incrementare i propri ritmi con l’ingresso di Douglas Costa, che dopo quasi 2 mesi di assenza emula Ronaldo, tornando anche lui con il motore su di giri-domina la fascia sinistra, sfodera i suoi soliti dribbling ubriacanti e sfiora anche il gol del nuovo vantaggio juventino. 

Per il resto in generale una buona prova per i bianconeri, Pjanic sempre a fare da filo conduttore fra centrocampo e attacco, buona prova di Matuidi in fase di interdizione. 

Tutti elementi che saranno utili per il return match, al quale i bianconeri potrebbero arrivare già scudettati-basta un pari in casa Spal- ulteriore viatico per concentrar tutte le proprie forze sulla competizione europea. 

Migliori Bookmakers AAMS

Eurobet

15€ Bonus Benvenuto Scommesse al Deposito

Fastbet

5€ alla Registrazione + 100%  sul Primo Deposito +10% di Cashback

Sisal Matchpoint

5€ Bonus Scommesse alla RegistrazioneFino a 350€ di Bonus

Salvatore Sabato

Informazioni sull'autore
Laureando in chimica industriale. Da sempre devoto alla cultura e al sapere. In generale, sapere, qualunque cosa, ritengo sia sempre importante. Una grande passione per il giornalismo. Anche - ma non solo - sportivo. Fiero di collaborare ormai da tempo a questo progetto.
Tutti i post di Salvatore Sabato