Inter-Lazio, dichiarazioni Spalletti:”Totalmente innamorato dell’Inter, con la Lazio dobbiamo vincere”

Alle ore 18 i nerazzurri scenderanno in campo contro la Lazio. Dopo tre sconfitte consecutive, due in campionato e una in Coppa Italia nel derby contro il Milan, l’Inter proverà a rialzare la testa affrontando una delle principali concorrenti per l’accesso in Champions League.

E’ un Luciano Spalletti sanguigno quello che si è presentato in conferenza stampa nella giornata di vigilia del match fondamentale per la sua Inter contro la Lazio. Secondo il tecnico dell’Inter sarà una sfida aperta, senza esclusione di colpi, tra due squadre che hanno i bomber che si contenderanno la classifica cannonieri a fine stagione. 

Eppure, nonostante il gioco da catalizzatore di Icardi, che fino a questo momento aveva portato in alto la sua squadra, da qualche settimana a questa parte non basta più all’Inter di Spalletti, che comunque non si dimostra preoccupato. “Per uscire da questo momento di crisi dobbiamo vincere una partita”, dichiara Spalletti. Quest’ultimo sottolinea come la Lazio sia una squadra forte, ma chiarisce come, allo stesso tempo, sia stata la sua Inter a mettersi in questa situazione e la stessa Inter dovrà esser brava ad uscirne. Fondamentale in questo senso il supporto dei 60 mila che anche quest’oggi riempiranno San Siro: “Quando vincevamo mi sentivo sempre più interista, ora che vedo la partecipazione nella sconfitta ne sono totalmente innamorato”, conclude il tecnico. 

L’allenatore interista, nel corso della conferenza stampa, ha anche spiegato come in questo momento sia fondamentale tornare a quel blocco di titolari che tanto bene avevano fatto fino alla gara con il Pordenone: “In questo momento qui non farei ulteriore confusione perché avevamo visto bene. L’abbiamo indovinata all’inizio di fare leva su questo blocco squadra, rafforzerei le nostre convinzioni, non andrei a trovare una soluzione nuova che non so quanto possa andare bene.” Nonostante, come al solito, Spalletti non si sia lasciato scappar nulla sull’undici iniziale, è possibile intuire, date le assenze, lo schieramento di partenza. Con l’assenza di D’Ambrosio ci sarà Cancelo come esterno basso a destra, affiancato da Skriniar e Ranocchia, oltre a Santon. In mezzo al campo confermati Vecino e Gagliardini con Borja Valero, Perisic, Candreva e Icardi a completare l’attacco.

Arriva dunque l’ennesima bocciatura per Joao Mario, schierato dall’inizio nel derby e autore ancora una volta di una prestazione totalmente insufficiente. Sull’argomento l’allenatore dell’Inter ha voluto spiegare come la fiducia concessa a chi in questo momento non attraversa un buon periodo di forma non finirà mai, servirà però essere consapevoli di giocare per l’Inter e di non potersi scansare: “Fai il calciatore dell’Inter e ti nascondi? Sperando che gli altri non facciano, o sperando che vada bene non si fa nulla. O siamo giocatori da Inter oppure se non ci sappiamo stare bisogna andare altrove”. 

Carlo M.

Informazioni sull'autore
Appassionato di Sport (Calcio - F1 - MotoGp)
Tutti i post di Carlo M.