Inter-Chievo, dichiarazioni Spalletti:”Giochiamo ai quattro cantoni, Vecino sta bene e può giocare, Chievo squadra organizzata”

Nel 15° turno di Serie A l’Inter affronterà il Chievo di Rolando Maran, match in programma alle ore 15 di domenica 3 dicembre. Il tecnico dei nerazzurri ha presentato la partita in conferenza stampa. 

Vigilia molto importante in casa Inter: con la sconfitta di ieri sera del Napoli contro la Juventus, i nerazzurri potranno approfittarne e, in caso di vittoria contro il Chievo, salire al primo posto in classifica con un punto di vantaggio sugli azzurri e due sui bianconeri.

L’AVVERSARIO – Il Chievo, lo si sa, è una squadra molto temibile, capace di procurare non poche insidie anche alle big di questo campionato. Secondo Spalletti l’Inter dovrà fare attenzione soprattutto a Meggiorini e Inglese, le due punte nel 4-3-1-2 e sarà fondamentale lasciare poco spazio alle ripartenze del Chievo, data la capacità dei Clivensi di puntare, sul due contro due, i centrali avversari. Se sono in Serie A dal 2000 con una sola retrocessione, dice Spalletti, un motivo ci sarà: il Chievo è una squadra esperta e organizzata.

EMERGENZA – Nella gara di domani l’Inter dovrà fare a meno di molti titolari: saranno infatti assenti Miranda e Gagliardini per squalifica e Vecino, non al massimo della condizione, dovrebbe riposare. A sostituire il ministro della difesa nerazzurra sarà Ranocchia, mentre dovrebbero essere impiegati Joao Mario e Brozovic al posto di Gagliardini e Vecino, nonostante quest’ultimo, dice Spalletti, stia bene e potrà giocare. Il tecnico dell’Inter non ha paura a far scendere in campo anche chi è stato poco utilizzato in questa prima parte di stagione, dichiarando che tutti i suoi calciatori hanno l’obbligo di dare il massimo e di farsi trovare sempre pronti.

RANOCCHIA – Chi desta sicuramente più curiosità nelle menti dei tifosi interisti è Ranocchia che sarà impiegato per la prima volta dal primo minuto in questa stagione. “Ranocchia non ha alcuna difficoltà” – dice Spalletti – “sa il fatto suo e ve lo dimostrerà durante tutta la stagione”. Il ventinovenne difensore nerazzurro non è mai entrato nel cuore dei tifosi che spesso lo hanno contestato per le opache prestazioni delle scorse stagioni. Adesso però, dice Spalletti, i tifosi amano l’Inter e chi gioca per l’Inter, e saranno pronti a sostenere chiunque scenderà in campo.

MERCATO – Al momento, nel quartier generale interista, non si parla di mercato, parola di Spalletti. E’ ancora troppo presto per affrontare questo discorso e il tecnico di Certaldo vorrebbe solo mantenere questa squadra, senza perderne alcun pezzo. “Ho a che fare con dei professionisti e non voglio perdere nessuno di loro”, dichiara.

RINNOVO HANDANOVIC – Questa in casa Inter è stata anche la settimana del rinnovo di Samir Handanovic fino al 2021. L’estremo difensore nerazzurro è Milano dal 2012 e ha firmato un prolungamento per altri 3 anni, suggellando così un amore carnale con la maglia interista. Spalletti ha ringraziato la società per aver trovato il momento giusto in cui sottoporre il nuovo contratto ad Handanovic, lo sloveno vuole rimanere all’Inter e i vertici nerazzurri si sono dimostrati molto attenti.

LOTTA A QUATTRO – Spalletti ha anche commentato le fresche dichiarazioni di Allegri, secondo cui sarebbero ancora il Napoli e l’Inter le favorite per la vittoria dello scudetto. Il tecnico di Certaldo non è ovviamente d’accordo con il collega bianconero: “gli specchi stridono se Allegri dice questo” . La Juventus resta la squadra più forte, ha un organico fantastico e se è dietro al Napoli è soltanto un caso. La forza non sta nel saper vincere 2-3 partite di fila, ma nel saper arrivare nel momento più importante della stagione pronti a lottare e in una buona posizione di classifica. “E’ un po’ come nel gioco dei quattro cantoni, bisogna contendersi quei quattro posti fino alla fine dell’anno”.

Carlo M.

Informazioni sull'autore
Appassionato di Sport (Calcio - F1 - MotoGp)
Tutti i post di Carlo M.